Cacciate col permesso degli imam: “Donne italiane nostre prede”

Vox
Condividi!

# **Imam sotto processo e una madre in preda alla paura: due volti dell’Italia di oggi**

## **Hafiz Muhammad Zulkifal: un imam africano che predica la cattura delle donne infedeli**

Hafiz Muhammad Zulkifal è un imam africano che operava tra Bergamo e Brescia, membro e ispiratore di una cellula di Al Qaeda in Italia. Tra le accuse a lui rivolte, anche l’organizzazione dell’omicidio della sorella di uno degli imputati perché stava frequentando un ragazzo.

Zulkifal ha emesso una “fatwa” secondo la quale le donne infedeli catturate sono considerate prede e i mujahidin (soldati islamici) possono farne ciò che vogliono. Inoltre, predicava e praticava la supremazia della Sharia sulla legge italiana.

VERIFICA LA NOTIZIA

In una intercettazione, si è paragonato alle forze dell’ordine, affermando di fare lo stesso lavoro, ma sotto le leggi di Allah invece che dello Stato. Dopo aver ordinato e fatto eseguire l’omicidio di una coppia nel 2011, ha sostenuto di aver compiuto un’azione santa per Allah: “Abbiamo fatto una cosa santa per Allah e Allah ci ha protetti”.

Che Dio protegga noi da voi. E dal Pd, che ha nel suo programma di dare la cittadinanza a tutti i musulmani che vivono in Italia. Cosa che avverrà comunque tra una decina d’anni se l’attuale governo non blocca i ricongiungimenti familiari e non torniamo allo ius sanguinis integrale.

Vox

## **Vanessa Ragazzoni: una madre in preda alla paura**

E i musulmani mettono in pratica le fatwa degli imam.

Vanessa Ragazzoni, una madre che vive con la figlia 17enne in via Padova, a Milano, esprime la sua paura per la sicurezza della figlia a causa delle molestie quotidiane da parte di immigrati. Racconta di un episodio in cui sua figlia è stata circondata e offesa da stranieri mentre era vestita per una festa. Vanessa si sente costretta a fare da bodyguard ai suoi figli e non si fida a lasciarli viaggiare sui mezzi pubblici a causa delle numerose molestie e intimidazioni a cui ha assistito da parte di immigrati.

Nonostante queste preoccupazioni, continuano ad arrivare immigrati in Italia, che vengono poi diffusi sul territorio, dove alcuni di loro si dedicano a spacciare, molestare, stuprare e scroccare. Vanessa chiede più sicurezza e invia regolarmente video al sindaco per testimoniare la situazione. Inutilmente.

## **Conclusioni**

Queste due storie rappresentano due facce dell’Italia di oggi, una nazione alle prese con l’islamizzazione e l’umiliazione delle sue donne da parte degli invasori. E gli italiani stanno a guardare. Inebetiti dalla propaganda e timorosi di una magistratura sempre più dalla parte dell’invasore.