Elena Cecchettin: “Stupro è arma dei conquistatori”

Vox
Condividi!

‘Rivelazione’ involontaria della sorella della povera Giulia Cecchettin, al Salone del Libro a presentare il libro del padre.

“Penso che tutto il corpo della donna sia sotto attacco“, ha detto nel corso del discorso. “Guerra nella guerra. Quando si tratta di conquistare territori lo stupro è considerato arma di guerra. Un modo per dimostrare di essere più potenti”

In prima fila, tra il pubblico, c’era infatti anche il padre Gino ‘Radiosboro’ Cecchettin, presente al Salone con “Cara Giulia”, il libro scritto insieme a tal Marco Franzoso per ******* sulla morte della figlia.