Banca di Spagna: servono 24 milioni di immigrati entro il 2050

Vox
Condividi!

Giorni fa la Banca d’Italia ha presentato un piano demenziale:

L’oligarca della Banca d’Italia vuole più immigrati: “Serve un flusso continuo”

I colleghi spagnoli hanno fatto di peggio. Vogliono almeno 24 milioni di immigrati in trent’anni, come se l’Italia ne importasse 35 milioni nello stesso periodo. La popolazione spagnola è di 45 milioni, immigrati compresi. Calcolando i morti e i nati significherebbe una sostituzione etnica quasi completa. Poi dicono che è ‘complottismo’. No, è un complotto contro l’Europa e la nostra razza.

# Il Piano di Immigrazione della Spagna: Una Follia

La Banca di Spagna ha recentemente proposto un piano audace per sostenere il sistema pensionistico del paese. Secondo il suo rapporto annuale, sarebbe necessario incorporare 24,6 milioni di stranieri fino al 2053 per compensare l’aumento dei pensionati¹[1][1]. Questo piano, se attuato, triplicherebbe il flusso in arrivo di 10 milioni di immigrati previsto dalle stime dell’Istituto Nazionale di Statistica (Ine) nei prossimi tre decenni¹[1][1].

Messo nero su bianco da una istituzione ufficiale. Fanno sul serio.

## Un Piano Controverso

Vox

Questo piano ha suscitato molte critiche e preoccupazioni. Molti ritengono che sia una soluzione estrema e potenzialmente insostenibile. Inoltre, l’80% della popolazione immigrata non ha studi universitari, il che potrebbe non soddisfare le esigenze delle imprese in un’economia in piena trasformazione verde e tecnologica¹[1][1].

## Le Sfide Demografiche

La Spagna, come molti altri paesi europei, sta affrontando sfide demografiche significative. La scarsa natalità e l’invecchiamento della popolazione stanno mettendo sotto pressione il sistema pensionistico. Attualmente, il tasso di dipendenza, cioè il peso della popolazione maggiore di 64 anni sulla popolazione totale, è del 27,2%, ma secondo le previsioni demografiche dell’Eurostat, arriverà al 53,8% nel 2053¹[1][1].

## Una Soluzione Realistica?

La proposta di triplicare il flusso migratorio solleva serie preoccupazioni. Prima di tutto, l’integrazione di un così grande numero di immigrati presenta sfide significative. Inoltre, la dipendenza da un così alto numero di lavoratori immigrati potrebbe creare nuovi problemi sociali ed economici.

Inoltre, l’incremento dei flussi migratori non basterebbe a risolvere il problema, tenendo conto del profilo della popolazione immigrata¹[1][1]. La maggior parte degli immigrati non ha studi universitari, il che non soddisfa le esigenze delle imprese in un’economia in rapida trasformazione.

## Conclusione

Mentre la Spagna deve affrontare le sfide poste dal suo invecchiamento demografico, la proposta di incorporare 24,6 milioni di stranieri entro il 2053 sembra una soluzione estrema. È fondamentale che il paese esplori altre opzioni per garantire la sostenibilità del suo sistema pensionistico, senza dover fare affidamento su un così grande afflusso di immigrati.

(1) Banca di Spagna, ‘servono 24 milioni immigrati per pensioni’. https://www.ansa.it/sito/notizie/economia/pmi/2024/04/30/banca-di-spagna-servono-24-milioni-immigrati-per-pensioni_64ccd7cc-d615-4960-a2af-907a29ab0d12.html.
(2) Il numero dei migranti arrivati in Spagna nel 2023 è … – Internazionale. https://www.internazionale.it/ultime-notizie/2024/01/04/spagna-migranti-2023.
(3) Banca di Spagna, ‘servono 24 milioni immigrati per pensioni’. https://wwwhz4.ansa.it/sito/notizie/economia/pmi/2024/04/30/banca-di-spagna-servono-24-milioni-immigrati-per-pensioni_64ccd7cc-d615-4960-a2af-907a29ab0d12.html.