Stuprata sul marciapiede vicino alla Caritas

Vox
Condividi!

# Violenza in pieno giorno a Colle Oppio: un grido di allarme

Sabato mattina, alle ore 10, in piena luce del sole, una scena raccapricciante si è svolta su via delle Sette Sale, a pochi metri dal Colosseo e dagli ingressi del parco di Colle Oppio, normalmente affollato di famiglie e turisti. Un aggressore ha attaccato una giovane, violentandola su un marciapiede. Solo le grida di alcune donne di passaggio hanno fatto scappare l’uomo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Valentina Salerno, del comitato locale di Colle Oppio, descrive la scena come “terrificante”. L’aggressore ha iniziato a picchiare la donna, strappandole le mutandine. Alcune residenti locali hanno assistito all’orrore e hanno iniziato a urlare per chiedere aiuto, mentre chiamavano le forze dell’ordine con il telefono.

“L’ha trascinata su un marciapiede, poi la malmenava, le mie amiche continuavano a gridare, mentre alcuni uomini che passavano, hanno tirato dritto”, racconta Valentina. Alla fine, l’aggressore ha desistito ed è fuggito. Le donne hanno soccorso la vittima, che credono sia una clochard che frequenta la vicina mensa della Caritas: vero punto di aggregazione del degrado.

Vox

I carabinieri sono intervenuti sul posto dopo pochi minuti e hanno gestito l’assistenza alla vittima. Questo non è il primo episodio di violenza che allarma il quartiere. Di giorno e di notte ci sono bivacchi, immigrati che molestano i residenti, risse persino con i coltelli, altri che si reinventano parcheggiatori abusivi proprio all’entrata del parco con vista sul Colosseo.

“Da anni segnaliamo la carenza di sicurezza che registriamo nel quadrante, eppure così centrale”, riassume Salerno. “L’altro giorno ero al parco con mia figlia di tre anni e un abusivo si è avventato contro di noi con fare aggressivo. Sono subito scappata. Fino a qualche tempo fa ci avevano garantito una pattuglia a presidio dell’area, ma ora non c’è più”.

Le autorità non specificano l’identità dello stupratore, quindi è il solito immigrato.