I soldi di Soros ai politici minaccia a democrazia italiana

Vox
Condividi!

Mettere fuorilegge le organizzazioni che ricevono finanziamenti dall’estero.

Ancora sul pappone apolide e le sue puttane italiane. Se guardate i nomi sono tutti grandi sostenitori dell’immigrazione di massa. Il problema è che Soros finanzia anche ong e associazioni di avvocati che fanno ricorsi a favore dei clandestini. E finanzia anche magistrati che poi emettono sentenze a favore dei clandestini, basti pensare alla famigerata CEDU. Il sistema è completamente marcio. Un governo serio come quello russo ha messo fuorilegge le organizzazioni che ricevono finanziamenti da stranieri come Soros: perché inquinano il processo democratico.

L’elenco dei politici italiani finanziati da Soros per distruggere l’Italia

# Il Finanziamento della Sinistra Italiana: Il Ruolo di George Soros

Recentemente, è emerso che diversi esponenti della sinistra italiana, tra cui quelli che si preparano a candidare Ilaria Salis all’Europarlamento, hanno ricevuto sostanziosi aiuti finanziari dal circuito di George Soros, il noto banchiere d’affari ungherese. Soros, famoso per le sue speculazioni che trent’anni fa affossarono la sterlina e la lira, è oggi un controverso filantropo liberal.

## I Beneficiari

Vox

Tra i beneficiari di questi aiuti, ci sono Nicola Fratoianni, leader di Sinistra Italiana, e Marco Grimaldi, deputato di Avs. Ma non sono gli unici: anche diversi esponenti del Partito Democratico (Pd), tra cui l’ex deputato Stefano Ceccanti, gli onorevoli Nico Stumpo e Arturo Scotto, il senatore Michele Fina, l’ex governatore toscano Enrico Rossi, e il segretario del partito a Genova Simone D’Angelo, hanno ricevuto aiuti, a volte modesti, a volte consistenti, che per legge hanno dovuto essere dichiarati.

## Le Fondazioni Coinvolte

La prima puntata della storia era arrivata l’altro ieri, quando era emerso che oltre un milione di euro è andato in due tranche ad una associazione femminista chiamata «Agenda», fondata dalle esponenti del Pd Rachele Scarpa, Sofia Di Patrizi e Caterina Cerroni. A inviare i bonifici, la fondazione di diritto svedese Democracy & Pluralism, guidata da Daniel Sachs, vicepresidente della Open Society, la fondazione che è il braccio operativo di George Soros.

Ieri, invece, è emerso l’elenco dei finanziamenti arrivati a esponenti del Pd e di Avs. Questi fondi provengono da un’altra fondazione, questa con base negli Stati Uniti, la Social Changes, che si occupa di aiutare battaglie per i diritti civili e in particolare «giovani, donne e attivisti della società civile il cui ruolo guida viene troppo spesso disconosciuto».

## Il Collegamento con Soros

Tutto il giro, insomma, porta in direzione del novantaquattrenne miliardario ungherese. D’altronde già Massimo D’Alema ai suoi tempi aveva una passione per Soros: i suoi eredi, evidentemente, hanno ereditato anche quella.

«Ecco come Soros e intellighenzia sinistra varia provano a condizionare la politica italiana», commenta Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia. Queste rivelazioni sollevano importanti questioni sulla trasparenza e l’influenza esterna nella politica italiana. Sarà interessante vedere come si svilupperanno queste questioni nei prossimi mesi.