Si fa massacrare in strada dal suo marocchino

Vox
Condividi!

# Arresto per Lesioni Aggravate a Terni: Un Resoconto Dettagliato

## Introduzione

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Terni hanno recentemente tratto in arresto un **30enne marocchino**, incensurato, nella flagranza del reato di lesioni aggravate.

## L’Incidente

Nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, una richiesta d’intervento era giunta alla Centrale Operativa in viale Turati. Alcuni passanti avevano notato il giovane aggredire e picchiare una donna 40enne per strada.

## L’Intervento

Vox

All’arrivo della pattuglia, il giovane veniva immediatamente bloccato dai militari. La donna veniva soccorsa da personale del 118 e trasportata in ospedale, dove i sanitari le riscontravano lesioni con prognosi di 10 giorni.

## Il Contesto

Dalla ricostruzione effettuata dai militari è emerso che i due avevano avuto una tormentata relazione, interrotta dalla donna alcuni giorni prima. Incontratisi su richiesta del 30enne per chiarirsi, la discussione era immediatamente degenerata e la donna era stata aggredita con pugni e calci finché non erano intervenuti in sua difesa alcuni passanti.

## L’Arresto

Per il 30enne è scattato così l’arresto ed il trattenimento in camera di sicurezza in attesa del rito direttissimo. Quest’ultimo si è svolto ieri pomeriggio, all’esito del quale il Giudice ne ha disposto la liberazione con divieto di avvicinamento alla persona offesa ed applicazione del braccialetto elettronico.

http://tuttiicriminidegliimmigrati.com/2024/04/18/terni-picchia-lex-per-strada-arrestato-un-30enne-marocchino-il-quotidiano-che-racconta-lumbria-umbria-cronaca-2/

Neanche lo rimandano a casa. Dobbiamo anche spendere soldi del braccialetto elettronico.




4 pensieri su “Si fa massacrare in strada dal suo marocchino”

  1. Ritardare rese ancora più pericolose dalle loro capacità riproduttivo.
    Mi fa pensare ad una mia conoscente della bergamasca che era si zitella,ma non brutta…si è messa con un senegalese musulmano,ci ha figliato ed ora il figlio già da bambino è indottrinato a bomba.

I commenti sono chiusi.