Rapinata in casa sua attrice non li denuncia perché “poveri clandestini”

Vox
Condividi!

Fa il paio con gli stupri non denunciati dalle femministe. Siamo in presenza di una patologia psichiatrica.

Vox

# Audrey Lamy: un gesto di autorazzismo dopo il furto

L’attrice francese **Audrey Lamy** ha fatto notizia per un gesto di grande stupidità e autorazzismo. Nonostante sia stata vittima di un furto, ha deciso di non denunciare i responsabili perché clandestini stranieri.

La casa di Lamy è stata svaligiata da tre zingari bosniaci ‘residenti’ in Italia, che hanno causato un danno economico stimato in **18.200 euro**. Nonostante l’importante pregiudizio subito, l’attrice ha scelto di non sporgere denuncia.

“**Cambriolée par des sans-papiers, Audrey Lamy refuse de porter plainte malgré un préjudice de 18.200 euros**”, riportano le notizie. Questa decisione ha suscitato clamore, ma Lamy ha spiegato di essere stata “toccata” dalla condizione di irregolarità dei tre individui.

L’attrice, nota per il suo lavoro in film come “Heartbreaker” e “All That Glitters” e la serie televisiva “Scènes de ménages”, ha dimostrato il totale distacco dalla corrotte élite e il popolo.




5 pensieri su “Rapinata in casa sua attrice non li denuncia perché “poveri clandestini””

  1. audrey lamy merita certo una valutazione psichiatrica. sarebbero problemi esclusivamente suoi, se non che il suo atteggiamento in quella vicenda risulta di pessimo esempio pubblico .

I commenti sono chiusi.