Ramadan per tutti: vogliono un’Italia a maggioranza islamica

Vox
Condividi!

Alla fine il problema è sempre lo stesso: non dovrebbero esserci musulmani ed extracomunitari come Soumahoro in Italia, tantomeno in Parlamento. Dove, una volta entrati, fanno gli interessi propri e dei propri clientes invasori.

Le previsioni indicano un aumento della popolazione islamica in Europa entro il 2050, con variazioni significative a seconda delle politiche di immigrazione. In Italia, dove la presenza musulmana attuale non è così alta come in altri paesi, il numero di musulmani potrebbe stabilizzarsi a 4,3 milioni senza nuova immigrazione, rappresentando il 10% della popolazione nel 2050. Con un’immigrazione media, il numero potrebbe salire a 7 milioni (quasi il 20%), e con un alto flusso migratorio, potrebbe raggiungere 8,2 milioni (oltre il 20%) entro il 2050. Gli islamici sono mediamente più giovani e hanno un tasso di natalità più alto rispetto ai non musulmani, fattori che, insieme all’immigrazione, potrebbero influenzare significativamente la futura composizione demografica dell’Europa.

A questi ritmi di immigrazione è un piano destinato a realizzarsi. E parliamo di quella cosiddetta regolare: in primis i famigerati ricongiungimenti familiari. Ma anche i decreti flussi.

Basta farsi un giro nei quartieri delle nostre grandi città, e sempre di più anche in quelle meno grandi e piccole, per rendersi conto che le parole del ministro Lollobrigida non sono sbagliate, sono, semmai, non abbastanza allarmiste.

E poi ci sono i numeri:

Italia islamica, musulmani: erano 2mila nel 1970 e sono più di 2 milioni oggi

Ci sono le città dove già oggi noi, autoctoni di questa terra, siamo minoranza:

Lollobrigida, SOSTITUZIONE ETNICA è già realtà: le città dove immigrati sono maggioranza

Ci sono le scuole senza italiani:

Bambini italiani accerchiati da 1 milione di immigrati: scuole italiane invase

Ce lo dice l’Istat:

Italiani muoiono e immigrati aumentano: ISTAT certifica la sostituzione etnica

E i dati della presenza degli invasori è sottostimata perché ci sono anche i ‘nuovi italiani’:

Istat certifica la sostituzione etnica: 1.470.640 ‘nuovi italiani’

Vox

Italia invasa da 7 milioni di immigrati: e’ sostituzione etnica

Tempo fa vi abbiamo presentato la previsione dell’istituto Pew Research sulla crescita della popolazione islamica in Italia, nel caso l’immigrazione prosegua ai livelli attuali:

I vostri figli vivranno in un’Italia islamizzata

Ma anche nel caso di ‘immigrazione zero’, la natalità loro e la denatalità nostra significherà il quasi raddoppio della popolazione islamica in Europa e il raddoppio in Italia:

Muslims in the EU, Norway and Switzerland in 2050: zero migration scenario

Amount of growth in Europe's Muslim population depends on future migration

Questo significa che oltre al blocco dell’immigrazione e uno stimolo mirato agli italiani di sangue per la natalità, è necessario (anzi urgente) un piano di rimpatrio degli immigrati islamici già presenti in Europa e in Italia. Non ci sono alternative. Altrimenti saremo ospiti a casa nostra. Perché già l’8 per cento della popolazione, significa un partito che può imporre una visione islamica della società alla coalizione di cui fa parte.

La terza guerra mondiale è demografica. Ovviamente con i dati attuali, invece, gli islamici saranno maggioranza in Italia entro il 2050.

Se infatti la previsione con alta immigrazione prevede oltre 8 milioni di islamici in Italia entro il 2050 e una popolazione residente in contrazione a 54 milioni di abitanti, in caso di applicazione del Piano Meloni:

Piano Meloni per l’Italia: 1.250.000 immigrati in 5 anni da Tunisia e Bangladesh

Il conto è presto fatto. Ai numeri indicati andrebbero aggiunti per i prossimi 26 anni altri 250mila immigrati l’anno. Ovvero 6.500.000 immigrati. Includendo mogli e figli che arriverebbero coi ricongiungimenti familiari, questo numero andrebbe almeno raddoppiato (e ci stiamo tenendo bassi), parliamo quindi di 13 milioni di immigrati, quasi tutti musulmani, da aggiungere agli 8 milioni previsti. Quindi, circa una ventina di milioni di musulmani su una popolazione di 54 milioni di abitanti. Ovviamente, a questi andrebbero poi aggiunti gli immigrati non musulmani non inclusi negli 8 milioni indicati, roba tipo i peruviani, ecuadoriani e indiani. Quindi, secondo questi calcoli, col piano del cognato di Frottola, gli italiani sarebbero minoranza in Italia molto prima del 2050, diciamo nel 2040. E nel 2050 sarebbero solo 1/3 della popolazione.

Questo è il vero genocidio. Non un centinaio di invasori che affondano. Siamo governati da una classe politica criminale e genocida. E Pd ha detto chiaramente che vuole sostituire gli italiani.

Già oggi, a Milano c’è una scuola così piena di figli di immigrati, che le famiglie italiane della zona sono in fuga, iscrivono i figli altrove. E hanno ragione. Non solo. A dare l’allarme anche alcuni genitori di origine sudamericana che “a casa hanno sentito i loro figli parlare in arabo”, ha spiegato una docente che vuole mantenere l’anonimato.

La scuola è l’Istituto comprensivo Fabio Filzi di Milano, nel quartiere Corvetto, già al centro di problemi di dis-integrazione e criminalità.

“I genitori italiani si rifiutano di iscrivere i loro figli qui – ammise il preside, Domenico Balbi – tanto che effettivamente non riusciamo a formare un numero adeguato di prime classi nella Primaria”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Secondo i dati presentati dal Politecnico, gli alunni stranieri a Milano oggi sono il 25% alla primaria e il 18 per cento alle scuole medie, “ma la distribuzione varia molto dal centro alle periferie dove gli stranieri arrivano all’80%”. Al Fabio Filzi, nella 1/a A, “su 26 bambini, 22 sono stranieri, di origine straniera o italiani con un genitore straniero”.

Ci stanno invadendo. A Milano il 25% dei residenti è straniero. Significa che presto, a questi ritmi, saranno la maggioranza. Dobbiamo fermarli. E’ nostro dovere fermarli. Prima di diventare stranieri in casa nostra, prima che i nostri figli tornino a casa parlando arabo.