Le schiave italiane nei recinti del patriarcato islamico

Vox
Condividi!

Ogni femmina italiana che entra nel letto di un ‘migrante’ entra di fatto in un recinto.

In molti casi parliamo di spacciatori nordafricani che usano la droga come esca per accalappiare adolescenti rintronate dalla propaganda mediatica.

Il paese occidentale con più stupri e ‘femminicidi’ è la Svezia. Non è un caso. Lì non c’è una società patriarcale a resistere alla penetrazione del patriarcato islamico.

Resistenza in Italia

In Italia è il contrario. Questa resistenza, anche se a noi non sembra, c’è. E lo vediamo proprio raffrontandoci con altri paesi europei. E’ una resistenza quotidiana, non politica. Visto che i politici sono traditori.

Obiettivi della Classe Dominante

Vox

L’obiettivo della classe dominante, che è anche corrotta ideologicamente e moralmente, è destrutturare l’identità del maschio italiano per renderlo più debole e quindi più ‘svedese’ nei confronti della penetrazione afroislamica.

Situazione in Francia

In Francia, dove le cose brutte accadono dieci anni prima che in Italia, l’islamizzazione è tale che è stato creato un volantino, in cui si spiega alle donne cosa fare per non farsi stuprare dagli immigrati afroislamici, intitolato “I buoni comportamenti per uscire a Nantes in sicurezza”. Questo vademecum offre una serie di consigli su come proteggersi da potenziali aggressioni e stupri degli immigrati.

Precauzioni Suggerite nel Volantino

Il volantino suggerisce una serie di deliranti precauzioni, tra cui evitare di tirare fuori il telefono in pubblico, scegliere giacche con tasche interne e chiusura zip, fare attenzione al proprio bicchiere per evitare di essere drogate, rimanere su strade principali e non rispondere a offese e insulti. Inoltre, consiglia di scegliere borse piccole e chiudibili, non tornare a casa da sole, non prendere taxi o Uber da sole, non fumare per strada, non fermarsi in luoghi isolati per cercare qualcosa nella borsa o rispondere a un messaggio, non lasciare che le amiche rientrino a casa da sole, non portare il telefono nella tasca posteriore dei jeans o pantaloni e, nell’autobus, rimanere vicino all’autista.

Islamizzazione Strisciante

Invece di combattere il crimine, rendere sicure le nostre città e controllare il fenomeno dell’immigrazione extra-europea, si sta chiedendo alle donne di adottare comportamenti “virtuosi” per proteggersi dall’invasore. Questa è un chiaro segno dell’islamizzazione strisciante del paese.

Tendenze su TikTok

Una delle ultime tendenze su TikTok, ad esempio, è l’utilizzo del velo anche per le non musulmane, con video che mostrano “il velo cristiano e come metterlo in modo stiloso”. Questo fenomeno è visto da alcuni come un segno di sottomissione, un termine reso famoso dal romanzo visionario di Michel Houellebecq, “Sottomissione”, che parla di una Francia ormai conquistata dall’Islam.