Bruxelles, chi è il sindaco islamista che ha vietato a Orban di parlare

Vox
Condividi!

Su questa notizia:

Sindaco islamico vieta incontro dei nazionalisti a Bruxelles: polizia interviene mentre parla Farage

Ecco cosa accade quando si infiltrano nelle istituzioni. Prima entrano. Poi si prendono la tua cittadinanza. E poi ti vietano di parlare. Questo ha un nome solo: invasione. Ed è peggiore delle invasioni militari di eserciti nemici: perché sono intere popolazioni e non un numero limitato di militari.

# Emir Kir, il sindaco islamista di Saint-Josse

Emir Kir, il sindaco di Saint-Josse in Belgio, è stato recentemente al centro di numerose polemiche. Kir, precedentemente membro del Partito Socialista (PS), è stato espulso dal partito a causa dei suoi presunti legami con gli islamisti turchi.

Vox

## Intervento della polizia a Saint-Josse

Recentemente, Kir ha fatto intervenire la polizia per impedire la tenuta di una conferenza che avrebbe dovuto riunire Éric Zemmour, Viktor Orbán e Nigel Farage. Questo atto ha suscitato molte critiche e ha alimentato ulteriormente le controversie che circondano la sua figura.

## Accuse di traffico di droga e armi

Le polemiche non si fermano qui. Il conducente personale di Kir è stato incriminato per traffico di cocaina. Sorprendentemente, il suo predecessore era un trafficante d’armi. Questi scandali hanno gettato un’ombra sulla reputazione di Kir e hanno sollevato domande sulla sua integrità e sulla sua capacità di governare efficacemente.

## Esclusione dal Partito Socialista

A seguito di queste controversie, Kir è stato espulso dal Partito Socialista. Il partito ha preso questa decisione dopo aver esaminato le prove dei suoi presunti legami con gli islamisti turchi. Questa mossa ha segnato un punto di svolta nella carriera politica di Kir.

In conclusione, la carriera politica di Emir Kir è attualmente in bilico. Le sue azioni e le accuse rivolte nei suoi confronti hanno sollevato seri dubbi sulla sua leadership. Sarà interessante vedere come si svilupperanno gli eventi nei prossimi mesi.




2 pensieri su “Bruxelles, chi è il sindaco islamista che ha vietato a Orban di parlare”

  1. Questo è ciò che succede quando concedi i cosiddetti ” diritti ” ai migranti afro-islamici ! Vedrete che comunque vada la vicenda il PD e le sinistre nostrane si daranno da fare per dare ragione a questo sterco di MA0METT0 !!!

  2. A me, sembra piuttosto chiara la dinamica, e la vedremo sempre più spesso.
    Prima entrano, i figli assumono la cittadinanza di cartone, entrano in politica, tipicamente, nei partiti di sinistra, poi, quando sono consci di avere un potenziale bacino elettorale ‘proprio’, cominciano a scalciare, cercando di trascinare tutto il partito su posizioni sempre più estreme, fino a posizioni illegali, succede anche in Italia, non farò nomi. Se la sinistra è ancora minimamente integra, uso un parolone, allora lo buttano fuori, ma ormai è tardi.
    Egli avrà la sua ‘base’ elettorale, e potrà farsi il proprio partito, e da lì in poi, se gli elettori immigrati rispondono, la strada è segnata, avremo i partiti etnici.
    Ora ditemi che non sarà così, parlo a voi, delle sinistre cosiddette progressisti, che pensate che se al posto di italiani, francesi, inglesi, belgi, o olandesi, ci siano ‘loro’, non cambierebbe assolutamente nulla, tutti uguali siamo.

I commenti sono chiusi.