Vogliono arruolare i migranti per sostituire i militari da inviare in Ucraina

Vox
Condividi!

# Immigrati nell’Esercito Italiano: Una Prospettiva Allarmante

Immaginate africani e islamici in divisa e armi nei vostri quartieri per ‘difendervi’. Questa è la prospettiva che si apre con la proposta di arruolare gli immigrati nell’esercito in cambio della cittadinanza italiana. Questo è ciò che alcuni vogliono fare in Italia.

Vox

L’americano Luttwak, in un delirante articolo per il giornale di governo, ha già svelato cosa accadrà con l’Ucraina. “Arriverà il momento della verità per tutti gli altri membri della NATO, soprattutto per i grandi, Germania, Italia, Spagna. Le premature dichiarazioni dei ministri Crosetto e Tajani, secondo cui l’Italia non invierà alcun soldato a nessun costo, dovranno essere presto revocate”.

Il piano sembra essere quindi questo: arruolare immigrati per rimpiazzare i carabinieri e i militari italiani che vogliono inviare in Ucraina: i nostri a morire in Ucraina e i figli degli immigrati armati nelle strade italiane.




4 pensieri su “Vogliono arruolare i migranti per sostituire i militari da inviare in Ucraina”

  1. Tutta la storia in una clip.

    Di sotto c’e il video della conferenza di Yalta del 1945
    in cui vengono ripresi
    Stalin, Churchill, Roosevelt

    Chi sa leggere i volti, vede chiaramente:
    in Roosevelt (presidente USA) la fisiognomica del nazista che ha preso bastonate.
    in Churchill (presidente UK) la faccia del paraculo che ha preso un cazzo nel culo.
    in Stalin (presidente Russia) la faccia del paraculo, che ha fregato tutti.

    Quindi gli americani e gli inglesi ci hanno liberato dai nazisti?
    ha ha ah ah
    hi hi hi

    twitter.com/historyinmemes/status/1774541653769887965

  2. Ma date retta ancora quello svitato di Luttwak??

    Questo straparla come sempre, possono arruolare gli immigrati e mandarli al fronte

    1. Questa è l’infernale abissale foibale catastrofe che gli orchi italofagi stanno perpetrando in Italia.

I commenti sono chiusi.