Dossieraggi, Borghi: “Situazione grave”

Vox
Condividi!

Dichiarazioni di Borghi sul caso Dossieraggi

Secondo Borghi, la situazione appare ogni secondo più inquietante.

Intercettazioni Preventive e Segnalazioni di Operazioni Sospette

Nemmeno i servizi segreti possono fare “intercettazioni preventive” senza l’ok da un magistrato. Le segnalazioni di operazioni sospette dell’antiriciclaggio sono, appunto, delle segnalazioni di movimenti di denaro che poi vengono vagliate. Se risultano normali, tutto a posto, se invece non sono facilmente spiegabili può partire un’indagine e, eventualmente un processo dove l’indagato può difendersi in un normale contraddittorio.

Il Ruolo dei Cronisti

Tuttavia, Borghi sostiene che c’era qualcuno che andava a controllare sulle banche dati delle semplici segnalazioni e poi a quanto pare le passava a una cricca di “cronisti” che ci confezionavano su i soliti articoli in cui si costituisce a tavolino un criminale partendo dal nulla. Questi cronisti erano parte della stessa cricca coinvolta nel tentativo fallito (ma riuscito mediaticamente) di incastrare Salvini con la falsa storia del Metropol, ovvero Giovanni Tizian e Stefano Vergine.

Conflitto di Interessi?

Quindi, a quanto pare, abbiamo dei “cronisti” che beneficiavano di attività illegali di dossieraggio a danni di avversari politici del loro datore di lavoro (De Benedetti, tessera 1 PD). La gravità di questa situazione non può essere sottovalutata.

Borghi ha promesso di vigilare affinché ogni angolo di questo barile pieno di schifezze venga esaminato con cura. Sarà interessante vedere come si sviluppa questa situazione nei prossimi giorni.

Vox

La vicenda riguarda un’indagine in corso sulla presunta attività di dossieraggio nei confronti di politici, giornalisti e imprenditori¹. Questa indagine è stata avviata a seguito di una denuncia presentata dal ministro della Difesa, Guido Crosetto¹².

Secondo le accuse, un maresciallo della Guardia di Finanza, Pasquale Striano, avrebbe effettuato accessi abusivi a sistemi informatici e banche dati, raccogliendo informazioni riservate². Queste informazioni sarebbero state poi passate a giornalisti, che le avrebbero utilizzate per scrivere articoli diffamatori¹².

In particolare, si sospetta che Striano abbia avuto accesso alle segnalazioni di operazioni sospette (Sos) relative a Crosetto, che erano al momento riservate e nella disponibilità esclusiva dell’Antiriciclaggio della Banca d’Italia, della Procura, e della Guardia di Finanza². Queste informazioni sarebbero state poi utilizzate per scrivere articoli che insinuavano conflitti di interesse tra il ruolo di Crosetto come ministro della Difesa e il suo precedente incarico di presidente dell’Aiad, l’Associazione che riunisce le aziende produttrici di armi².

L’indagine è ancora in corso e si sta cercando di determinare se Striano abbia agito autonomamente o sotto la direzione di qualcuno¹. La questione ha sollevato preoccupazioni riguardo alla protezione delle informazioni riservate e all’uso improprio di queste per fini politici¹².

(1) Cosa sappiamo dell’inchiesta sul dossieraggio verso politici e …. https://www.ilfoglio.it/politica/2023/08/04/news/cosa-sappiamo-dell-inchiesta-sul-dossieraggio-verso-politici-e-imprenditori-5569509/.
(2) Dossieraggio contro Crosetto: 15 indagati – Libero Quotidiano. https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/38614182/guido-crosetto-dossieraggio-15-indagati.html.
(3) Perugia, indagine per politici e vip spiati. Per i pm nessun dossier. https://tg24.sky.it/cronaca/2024/03/02/perugia-indagine-politici-spiati.