Generale Vannacci, attacco dal deep state: rispondere votandolo in massa

Vox
Condividi!

**Sostegno al Generale Vannacci**

Il generale **Roberto Vannacci** è al centro di un attacco mediatico e giudiziario da parte del deep state. In un momento in cui la libertà di espressione è messa alla prova, dobbiamo rispondere.

1. **Sospensione dall’incarico**: La sospensione di Vannacci per 11 mesi arrivata oggi per quanto scritto nel suo libro è una vendetta di Crosetto. La paura del potere non dovrebbe influenzare la giustizia.

2. **Diffamazione e la querela di Egonu**: Vannacci ha dichiarato che non rappresenta la tipica donna italiana. Questa semplice constatazione della realtà ha scatenato una querela. Bizzarro.

3. **Vendetta di Crosetto**: Le rivalità politiche sono comuni, ma non dovrebbero oscurare la verità. Dobbiamo chiederci se la vendetta personale di Crosetto sia giustificabile o debba portare alle dimissioni del ministro.

Vox

4. **Censura e paragone con Galileo**: La censura delle idee di Vannacci richiama il caso di Galileo. Tanto sono oggettive le evidenze che vengono indicate. Ma la storia ci insegna che la verità spesso emerge nonostante l’opposizione. Dobbiamo garantire che le opinioni siano libere e che la censura non soffochi il dibattito.

5. **Indagine per ‘odio razziale’ e i libri**: L’indagine su Vannacci solleva interrogativi sulla libertà di pensiero. Dovremmo vietare i libri basati su opinioni? O dovremmo promuovere il dialogo e l’educazione?.

6. **Abrogare i reati di opinione**: E’ giunto il momento di abrogare le leggi che criminalizzano le opinioni. La libertà di espressione è sacra.

7. **L’accusa di truffa**: Questa è una evidente montatura. Dobbiamo garantire che la giustizia sia fatta, indipendentemente dallo status di Vannacci.

In conclusione, abbiamo un solo modo di mostrare il nostro appoggio al generale Vannacci: votarlo in massa alle prossime elezioni europee.

Non c’è alternativa. E’ l’unico ad avere scritto nero su bianco che gli africani sono africani e non italiani. La verità rende liberi.