Razzismo, minore ospite centro accoglienza minaccia i compagni di classe italiani

Vox
Condividi!

Lo Stato è una merda assoluta. Prende chiunque sbarchi e lo diffonde sul territorio. Lo infiltra nelle scuole anche se non parla italiano e usa i propri versi gutturali per minacciare i nuovi compagni di classe italiani. Quando non va peggio e stupra le ragazzine nei vicoli.

L’aggressore, recentemente arrivato in città e ospite di un centro accoglienza, ha già mostrato comportamenti aggressivi, prendendosela con i compagni di classe italiani e arrivando a minacciarli. Non parla italiano, il che, dicono le cosiddette autorità, “potrebbe aver contribuito a creare tensioni”.

Due studenti della scuola media di viale della Resistenza, attualmente ospitata a palazzo Marini Marinelli a causa di lavori di ristrutturazione, sono venuti alle mani in via Gaspare Finali, una delle arterie più frequentate di Cesena

Lo scontro, avvenuto alla fermata dell’autobus durante l’ora di punta, sembra essere stato innescato da un desiderio di “regolare i conti” risalente al giorno precedente, quando uno dei ragazzi avrebbe derubato l’altro.

Vox

La situazione non è degenerata grazie all’intervento tempestivo degli altri studenti presenti, che sono riusciti a separare i due litiganti, evitando che qualcuno riportasse ferite gravi. Le forze dell’ordine sono state avvisate dell’accaduto.

Il video dell’incidente è circolato rapidamente nelle chat di classe, suscitando preoccupazione tra i genitori che ora chiedono interventi immediati per prevenire ulteriori episodi di violenza. Alcuni temono che nei prossimi giorni possa essere programmato un ulteriore “regolamento di conti”.

C’è anche una voce non confermata che uno dei ragazzi – ovviamente quello ospite del centro accoglienza – avesse portato con sé un coltello, sebbene le immagini riprese con i cellulari non mostrino la presenza di un’arma.

Aspettate che sgozzino i vostri figli in strada per opporvi a questo Stato che ospita a spese vostre 170mila scrocconi in centri accoglienza?