Stuprano le ragazzine e le mettono incinte: lo Stato li lascia fare

Vox
Condividi!

# Un Allarme Ignorato

La vicenda non ha avuto la stessa eco di quella di Palermo. Il motivo è ovvio. Eppure si tratta di uno stupro ancora più brutale e con esiti ancora, se possibile, peggiori. E, inoltre, di sicuro non presunto.

Non parliamo poi della tragedia di Giulia Cecchettin.

La ragazzina è stata picchiata con spranghe e bastoni prima di essere violentata dal branco di africani. Tutti clandestini egiziani. Di quelli che Meloni invia nelle città italiane a mille al giorno appena sbarcano.

Milano, picchiata con spranghe e violentata da AFRICANI ragazzina di 14 anni

## Primo Caso: Stupro di Gruppo a Milano

Vox

Nel settembre 2022, un caso di stupro ha sconvolto la città di Milano¹. La vittima era una ragazzina di soli 14 anni, e gli aggressori erano cinque giovani di origine egiziana¹². La violenza è avvenuta in una struttura sportiva abbandonata nel quartiere di San Leonardo¹². Mentre quattro ragazzi tenevano fermo il fidanzato 17enne della vittima, un altro avrebbe abusato della ragazza¹². La ragazza è rimasta incinta a seguito dello stupro³.

## Secondo Caso: Stupro di Gruppo a Catania

A distanza di due anni, come se nulla fosse accaduto, un gruppo di sette giovani, sempre egiziani, tra cui due minori, violenta una ragazzina di 13 anni nei bagni di Villa Bellini¹⁶. Secondo il giudice, il gruppo era compatto e unito, e i quattro indagati hanno partecipato alla violenza di gruppo assieme ai due che hanno materialmente commesso gli atti sessuali³.

Gli indagati erano arrivati in Italia a bordo di barconi tra il novembre 2021 e il marzo 2023¹. Al momento del loro arrivo in Italia, erano tutti minorenni¹. Erano stati portati in centri per minori non accompagnati, dove gli operatori delle strutture li definivano “normali” e “con un approccio relazionale sano”¹.

## Conclusioni

Questi due casi allarmanti, accaduti a due anni di distanza l’uno dall’altro, dimostrano che nulla è stato fatto per impedire che si ripetesse un crimine così orribile. Nonostante le indagini rapide e l’arresto dei colpevoli, la domanda rimane: come può una società non prevenire tali atrocità?

Non vogliamo arrivare alla castrazione preventiva di chi sbarca, ci basta che non sbarchino. Ci basta che vengano respinti. A troppi giudici non piace? Cazzi loro, si facciano pagare lo stipendio da Mohammed. Sempre che questo già non accada.

(1) Ragazzina violentata dal branco a Milano: in 5 la stuprano in una …. https://www.milanotoday.it/cronaca/violentata-branco-san-siro.html.
(2) Stupro di gruppo a Milano, ragazzina violentata da 5 giovani in un …. https://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/stupro-gruppo-san-siro-ragazzina-eh89mbuz.
(3) La ragazzina stuprata dagli immigrati e messa incinta | Vøx …. https://voxnews.info/2024/01/17/la-ragazzina-stuprata-dagli-immigrati-e-messa-incinta/comment-page-1/.
(4) Milano, violenza sessuale di gruppo su una minore: un arrestato – TGCOM24. https://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/milano-violenza-sessuale-di-gruppo-su-minore-un-arresto_69228766-202302k.shtml.




2 pensieri su “Stuprano le ragazzine e le mettono incinte: lo Stato li lascia fare”

  1. Il problema è che spesso loro stesse vanno a finire nelle loro grinfie… quando non hanno un padre che le guidi, oppure non lo ascoltano perché troppo “patriarcale”, ma poi accadono queste cose…

  2. I servizi giornalistici dell’italietta sono tra la sciatteria ed il mondo di Topolino.
    Ieri sera ho assistito ad un servizio di una tremenda superficialità ;
    sempre le solite lamentele che non trovano giovani per un determinato lavoro, iera sera lamentavano il fatto che le varie compagnie fatichino a trovare autisti di autobus.
    Senza specificare se autisti urbani o per tratte extraurbane.
    Perché credo che quasi tutti potrebbero essere riluttanti alle tratte urbane nelle grosse città, dove oltre allo stress della guida, un autista rischia pure aggressioni.
    In quel caso una patente K la dovrebbero rendere gratuita per chi frequenta le palestre di arti marziali.
    Poi mi intervistano un’autista “padanissima” che adora il suo lavoro perché guidare la rilassa…. Forse su strade extraurbane affollate come la Bre.Be.Mi di domenica.

I commenti sono chiusi.