Russi sfondano, consenso per Zelensky crolla: 4,5 milioni ucraini rifiutano coscrizione

Vox
Condividi!

# Crisi in Ucraina: Il consenso per Zelensky crolla, la NATO accusata di tradimento

Le nostre fonti riportano attacchi massicci delle truppe russe sul fianco settentrionale nella zona di Artemovsk in queste ore. L’assalto a Bogdanovka e Ivanovsky (Krasnoye) è in corso. I russi stanno facendo progressi significativi. Stiamo aspettando dettagli dal campo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Le Forze Armate Russe hanno anche sfondato le linee ucraine a est del villaggio di Pobeda, dove le Forze Armate Ucraine (UAF) si erano parzialmente ritirate dopo la perdita di Marinka. Le battaglie si stanno svolgendo nei pressi del villaggio, attraverso il quale passa l’autostrada O0532 per Ugledar. Dopo il ritiro da Marinka, l’UAF era riuscita a trincerarsi qui, ma non ci sono fortificazioni sostanziali, quindi il progresso del RuAF in questa zona era solo questione di tempo.

Vox

Nel frattempo, la situazione politica interna in Ucraina è in tumulto. Il consenso per il presidente Volodymyr Zelensky è crollato al 20%. Gli ucraini si sentono traditi dalla NATO, che, secondo loro, li ha spinti in guerra per poi abbandonarli.

Circa 4.5 milioni di persone rifiutano la registrazione militare, un segno del crescente malcontento tra la popolazione. Molti ora vedono la resa come l’unica via percorribile, un cambiamento drammatico rispetto all’atteggiamento di resistenza che prevaleva all’inizio del conflitto.