Violenze razziali in Olanda: profughi africani bruciano tutto

Vox
Condividi!

Scontri tra due gruppi etnici eritrei a L’Aia, in Olanda. Questi scontri hanno coinvolto l’etnia che si oppone al governo eritreo e un quella degli eritrei favorevoli al governo¹. Durante gli scontri, diverse auto sono state incendiate e un centro congressi, dove si stava svolgendo un incontro, è stato vandalizzato¹. Diversi agenti di polizia sono rimasti feriti¹.

L’Eritrea, ex colonia italiana nell’est dell’Africa, ha lo stesso presidente dal 1993: Isaias Afewerki¹. Molti eritrei approfittano della situazione per fuggire verso l’Europa attraverso reti di trafficanti, una gestita da un prete in Vaticano¹. Gli eritrei ottengono quasi immediatamente un permesso di soggiorno e quindi non vogliono che si riconosca che l’Eritrea è un paese normale¹. Attualmente, ci sono circa 25.000 eritrei in Olanda¹.

(1) Tensione all’evento eritreo a L’Aia: scontri tra polizia e manifestanti …. https://www.31mag.nl/tensione-allevento-eritreo-a-laia-scontri-tra-agenti-e-manifestanti/.
(2) Notte di violenze all’Aia – RaiNews. https://www.rainews.it/video/2024/02/notte-di-violenze-aia-roghi-di-auto-negli-scontri-tra-gruppi-di-eritrei-5dbc5fd3-48a8-4d48-a85c-f04e936a1a44.html.
(3) Tensione all’evento eritreo a L’Aia: scontri tra polizia e manifestanti …. https://bing.com/search?q=Olanda+Aia+scontri+gruppi+etnici+eritrei.
(4) Scontri tra eritrei all’Aia, almeno 6 agenti feriti – Corriere del Ticino. https://www.cdt.ch/news/mondo/scontri-tra-eritrei-allaia-almeno-6-agenti-feriti-343165.
(5) Scontri fra eritrei all’Aia – RSI Radiotelevisione svizzera. https://www.rsi.ch/info/mondo/Scontri-fra-eritrei-all%E2%80%99Aia–2073000.html.
(6) undefined. https://steadyhq.com/en/31mag.
(7) undefined. https://www.31mag.nl/abbonati/.




4 pensieri su “Violenze razziali in Olanda: profughi africani bruciano tutto”

  1. Qualche anno fa ad una nota trasmissione televisiva di Rete4, il padre dei tre comici (di regime) Guzzanti, affermò con molta convinzione questa cosa: “ad Amsterdam è pieno di persone di colore e la gente ci è abituata. Solo in Italia ci scandalizziamo che ce ne sono sempre di più.” E infatti, guardate un po’ quanto è normale un’Olanda negrizzata.

    Questo per dirvi come tutti questi scribacchini di regime e politicanti da quattro denari di qualsiasi collocazione politica, sempre in vendita peggio delle puttane, ci impongono come la dobbiamo pensare, specialmente sull’immigrazione. Un argomento quest’ultimo, che i mass-me(r)dia ci espongono come “ineluttabile” e che “dobbiamo per forza accettare”. E guai se non ti allinei alla narrativa dominante, sei la persona peggiore che esista. Questo voler imporci a tutti costi il fenomeno dell’invasione dall’Africa e dall’Asia soprannominato “immigrazione” e di accettarlo per forza, è un po’ come se una donna deve subire passivamente la violenza sessuale dal suo aguzzino anzichè opporsi.

      1. L’ho scritto, i Guzzanti.

        Comunque, la situazione è davvero preoccupante. L’altro ieri discutendo con persone conoscenti c’è stato un tizio originario del Salento che mi ha dato del razzista perché ho detto alcune cose contro i ne(g)ri. Il lavaggio del cervello è impressionante. Sono stati tutti convinti che i ne(g)ri sono delle “povere creature innocenti e indifese”, quando in realtà è l’esatto contrario. E li difendono a spada tratta, allucinante. Cioè, certi individui si mettono contro un proprio simile per difendere i ne(g)ri. Il tizio in questione mi ha detto “io sono stato emigrato in Germania e ho subito il razzismo dei tedeschi, per cui non sopporto queste cose”, ed io gli ho posto questa domanda “ma secondo lei, egregio signore, il fatto che a lei e a tanti nostri connazionali emigrati all’estero i locali vi hanno trattato come la spazzatura, giustifica l’essere accondiscendente verso l’evidente atteggiamento arrogante e prepotente di questi africani che oggi ci invadono?”. Non mi ha saputo replicare…

    1. Certa gentaglia si meriterebbe di essere condannata all’esilio in Congo, tra i loro ottimo-amati negri.
      Come ti chiedi tu, perché i negrofilacci non si trasferiscono in Africa? li ne troverebbero più di un miliardo.

I commenti sono chiusi.