Patriarcato islamico in Italia: immigrati impongono sharia alle donne

Vox
Condividi!

Questi casi hanno sollevato preoccupazioni sulla questione della violenza domestica degli immigrati e dimostrano la necessità di abrogare i ricongiungimenti familiari.

1. **Roma**: Un uomo di 37 anni originario del Bangladesh è stato accusato di aver maltrattato fisicamente la sua compagna, anch’essa bengalese, per oltre un anno. Questo caso ha suscitato grande preoccupazione tra la comunità locale e ha portato a un dibattito sulla necessità di azzerare l’immigrazione islamica.

2. **Vicenza**: Un uomo bengalese di 56 anni, precedentemente condannato per maltrattamenti in famiglia e altre attività criminali, è stato espulso dal territorio italiano. Questo caso ha evidenziato la questione della criminalità tra gli immigrati clandestini e ha sollevato domande sulla necessità di rafforzare i controlli sull’immigrazione.

3. **Monza**: Un uomo marocchino di 54 anni, con numerosi precedenti penali, tra cui violenza sessuale e maltrattamenti, è stato espulso. Questo caso ha messo in luce la questione della recidiva tra i criminali e ha sollevato interrogativi sulla necessità di azzerare l’immigrazione extraeuropea.

Vox

4. **Castel Viscardo**: Un uomo straniero di 43 anni, che aveva segregato in casa moglie e figlia, vietando alla prima di lavorare e alla seconda di frequentare la scuola, è stato allontanato da casa e gli è stato applicato un braccialetto elettronico. Questo caso ha sollevato preoccupazioni sulla questione della violenza domestica degli immigrati e ha portato a un dibattito sulla necessità di abrogare i ricongiungimenti familiari.




3 pensieri su “Patriarcato islamico in Italia: immigrati impongono sharia alle donne”

  1. Saif Abouabid e tutte quelle chiese in Arabia Saudita che solo lui vede
    ://youtu.be/4dYhua1v7xo

I commenti sono chiusi.