“Islamici vogliono sostituire italiani”: cani vietati nei loro quartieri

Vox
Condividi!

Governo, tuttavia, facilita l’ingresso di immigrati islamici nel paese, non ha abrogato i ricongiungimenti familiari. Inoltre, ha recentemente approvato l’ingresso ‘regolare’ di 140.000 immigrati per il 2024 e altri 360.000 per i due anni successivi.

# Integrazione o Sostituzione? Il Caso Monfalcone

Il sindaco di Monfalcone ha recentemente lanciato l’allarme riguardo alla crescente popolazione islamica nella città, sostenendo che “gli islamici vogliono sostituirci” e che non c’è integrazione. Inoltre, ha denunciato la proibizione della rappresentazione dei cani, considerati impuri secondo la fede islamica, nelle scuole locali.

## Politiche Governative e Immigrazione

Il governo italiano, tuttavia, sembra facilitare l’ingresso di immigrati islamici nel paese. Nonostante le preoccupazioni espresse dal sindaco e da altri, il governo non ha abrogato le leggi sui ricongiungimenti familiari. Inoltre, ha recentemente approvato l’ingresso ‘regolare’ di 140.000 immigrati per il 2024 e altri 360.000 per i due anni successivi. Questo, senza contare gli arrivi via mare.

## La Situazione a Monfalcone

A Monfalcone, la rappresentazione dei cani è stata vietata nelle scuole a causa delle credenze religiose della quasi maggioranza islamica. Questa decisione ha sollevato preoccupazioni tra alcuni residenti che temono che, una volta raggiunta la maggioranza, la comunità islamica potrebbe imporre ulteriori restrizioni basate sulla loro fede, come è accaduto in altre regioni come Gaza.

Vox

## Riflessioni Finali

Monfalcone potrebbe essere un esempio di ciò che potrebbe accadere in tutta Italia se le attuali tendenze migratorie e le politiche governative rimanessero invariate.

Monfalcone è l’Italia intera dopo un paio di decreti flussi della Meloni:

Monfalcone è caduta: la prima città islamizzata d’Italia

“Allah Akbar”. Migranti contro l’Italia a Monfalcone – VIDEO