Niente cittadinanza onoraria al capriccioso Maignan: Udine dice no

Vox
Condividi!

# Il Caso di Mike Maignan:

Il Consiglio Comunale di Udine ha votato contro la proposta per conferire la cittadinanza onoraria a Mike Maignan, portiere del Milan. Questa proposta è stata presentata dal sindaco di Udine, Alberto Felice De Toni, in risposta a quanto avvenuto il 20 gennaio durante la partita tra l’Udinese e il Milan, in cui Maignan sarebbe stato oggetto di insulti razzisti.

Per passare, la proposta aveva bisogno dei voti di tre quarti dei consiglieri cittadini. Tuttavia, la proposta non ha ottenuto il sostegno necessario in Consiglio Comunale. In particolare, l’opposizione dei destra non ha sostenuto l’iniziativa.

Vox

Nonostante la decisione del Consiglio Comunale, il sindaco De Toni ha sottolineato l’importanza della lotta alle discriminazioni, affermando che “La lotta alle discriminazioni infatti è più importante del colore politico, delle bandiere dei partiti e di ogni dialettica politica o amministrativa. La lotta alle discriminazioni deve unirci tutti, emarginando quei pochi che ancora agiscono nell’ignoranza e nel pregiudizio”.

A votare sono stati 38 consiglieri, a favore la maggioranza con 25 voti, 13 i contrari della minoranza in consiglio e 3 gli assenti.

“Prendo atto con dispiacere che il centrodestra non è stato al nostro fianco in questo delicato momento – commenta in una nota De Toni – Si è persa l’occasione per dimostrare che la nostra città è unita e che si distanzia nettamente da quello che accaduto, che, per quanto frequente in diversi stadi e messo in atto da pochi singoli, non rappresenta minimamente la città. Né tanto meno i nostri tifosi”.

Ma stai zitto.




Un pensiero su “Niente cittadinanza onoraria al capriccioso Maignan: Udine dice no”

  1. Tra coloro che gli hanno dato della scimmia c’è stato anche un ne(g)ro, fratello regolare di Capitan Findus.

I commenti sono chiusi.