Base Usa colpita con droni in Giordania: morti 3 soldati americani, decine feriti

Vox
Condividi!

# Attacco con droni in Giordania: tre soldati americani uccisi, 25 feriti

In un tragico attacco con droni che ha avuto luogo in Giordania, tre soldati americani sono stati uccisi e 25 sono rimasti feriti. Questo incidente segna la prima volta che ci sono vittime tra le forze Usa in Medio Oriente dall’inizio della guerra a Gaza.

L’attacco è avvenuto durante la notte contro una postazione Usa in Giordania. Secondo il comando centrale statunitense, i feriti sono stati immediatamente trasportati in ospedale per ricevere le cure necessarie. Nonostante gli sforzi del personale medico, tre soldati hanno perso la vita a causa delle ferite riportate.

Vox

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha condannato l’attacco, attribuendolo a “gruppi militanti radicali sostenuti dall’Iran che operano in Siria e Iraq”. Ha descritto i soldati come “patrioti nel senso più alto del termine” e ha assicurato che il loro “ultimo sacrificio non sarà mai dimenticato dalla nostra nazione”.

Patrioti sono coloro che difendono la propria terra, lo sarebbero se schierati al confine con il Messico, non chi viene mandato in giro per il mondo a fare gli interessi della cabala globalista che controlla l’Impero.

Questo attacco sottolinea la crescente minaccia che i droni rappresentano per la sicurezza globale. Gli attacchi con droni sono diventati sempre più frequenti in tutto il Medio Oriente, con gruppi militanti che utilizzano la tecnologia a basso costo per colpire obiettivi militari. Del resto avevano iniziato gli ucraini.