Islamico pretende ragazza italiana: sgozzamento sotto casa sua

Vox
Condividi!

# Un Caso Inquietante di Persecuzione e Violenza Islamica

Un giovane pakistano di 23 anni è stato arrestato dalla Polizia a Galatina, Lecce, dopo una serie di atti persecutori culminati in un finto tentativo di suicidio davanti all’abitazione della ragazza dalla quale pretendeva sesso.

L’immigrato, accusato di compiere atti persecutori nei confronti di una giovane donna da circa sette anni, avrebbe tempestato la vittima di messaggi e fotografie sui social network. Avrebbe anche contattato gli amici della vittima nel tentativo di raggiungerla in qualsiasi modo, nonostante la ragazza non avesse mai mostrato alcun interesse.

Nonostante fosse stato notificato il demenziale ammonimento del questore previsto dalla legge sul demenziale contrasto alla violenza sulle donne e alla violenza domestica, l’islamico ha finto di togliersi la vita recidendosi la gola, dopo aver accertato, per l’ennesima volta, che le sue voglie non erano corrisposte.

Vox

Il demente è stato posto agli arresti domiciliari, su disposizione della magistratura salentina, in una struttura socio-sanitaria. Tuttavia, è evaso il 25 gennaio ed è stato arrestato a Forlì il giorno successivo. Stato di merda.

Questo caso sottolinea l’importanza di sbatterli fuori dai coglioni e non farne entrare altri. Questa è la memoria, Meloni.

Islamico pretende fidanzata italiana: taglia la gola sotto casa