Attivista musulmana contro l’umorismo: “Ci offende”

Vox
Condividi!

# L’umorismo irlandese e l’attivista musulmana: un dialogo necessario

In una intervista rilasciata alla televisione pubblica irlandese, un’attivista musulmana ha protestato contro l’umorismo irlandese, affermando di sentirsi spesso offesa e che “questo deve cambiare nella comunità irlandese”.

Vox

Bizzarro. Presto vi imporranno la sharia. Non dovrebbe essere la società ospitante a dover cambiare per adattarsi agli ospiti, ma piuttosto gli ospiti a dover comprendere e rispettare la cultura della società ospitante. L’umorismo, che è un elemento fondamentale della cultura irlandese, dovrebbe essere rispettato e apprezzato per quello che è. Non lo apprezzi? Torni in beduinolandia. Anzi, ci torni lo stesso, a prescindere.

In una società libera e aperta, la libertà di espressione è un diritto fondamentale. E l’umorismo, anche quando può essere offensivo per alcuni, è una parte essenziale di quella libertà.

In conclusione, la dichiarazione dell’attivista musulmana dimostra che le società multiculturali sono impossibili da gestire e finiscono per essere una delle due alternative: una società totalitaria senza libertà o un campo di battaglia.

Volete un futuro di libertà e benessere? Chiudete le frontiere agli extraeuropei.




Un pensiero su “Attivista musulmana contro l’umorismo: “Ci offende””

  1. ah ah ah
    come se i fascisti, potessero capire la democrazia.

    Forse qui non avete ancora capito
    che islamici e fascisti
    usano le regole democratiche per raggiungere il potere
    e quando arrivano al potere
    eliminano la democrazia

    Mussolini non e’ caduto perche ha perso le elezioni
    ma perché lo hanno impiccato a testa in giu.

I commenti sono chiusi.