Trump stravince a valanga in Iowa, DeSantis secondo

Vox
Condividi!

Donald Trump ha stravinto la prima tappa delle primarie repubblicane in Iowa, ottenendo poco più del 50% dei voti. Ha ottenuto un distacco record di circa 30 punti, il doppio del record precedente di Bob Dole nel 1988. Dei 40 delegati dello Stato per la convention dei repubblicani, Trump ne ha ottenuti 20, Ron DeSantis 8 e Nikky Haley 7.

Nonostante abbia subito due impeachment e sia in attesa di quattro processi penali – o forse proprio per questo -, Trump ha ottenuto un sostegno enorme in tutte le aree sociali, compresi gli evangelici. La sua unica debolezza erano le zone suburbane.

Vox

La gara per il secondo posto è stata tra Ron DeSantis e Nikky Haley, con DeSantis che ha vinto nonostante le previsioni. Non esiste alternativa a Trump.

L’imprenditore tech di etnia indiana Vivek Ramaswamy, che era quarto con il 7,7%, si è levato dalle palle e ha dato il suo endorsement a Trump.

Trump ha espresso la sua gratitudine per la vittoria e ha attaccato Joe Biden, definendolo “il peggior presidente della storia Usa”. Ha anche promesso di “sigillare il confine col Messico contro l’invasione di criminali e terroristi”, attuando “un sistema di deportazioni che non si vede in questo Paese dai tempi di Eisenhower”.




3 pensieri su “Trump stravince a valanga in Iowa, DeSantis secondo”

  1. Trump non e pulito
    ed e’ stato un fervido sostenitore dei vaccini.

    Tuttavia e’ stato il meno peggio, tra i presidenti americani.
    ed e’ per questo che ha ottenuto questa vittoria schiacciante.

    In Italia la parte politica meno peggio, e’ stata il M5S.
    Invece e’ stato premiato il peggio dello schifo.

    In altre parole
    gli yankee ci hanno sputato in faccia.

    Grazie ad i subumani leghisti,
    siamo diventati gli scemi del villaggio a livello mondiale.

  2. L’Iowa è uno degli Stati meno negrizzati degli USA. Anche se la percentuale ideale di ne(g)ri è solo una: ZERO.

I commenti sono chiusi.