L’Unione Europa paga lo stipendio ai terroristi islamici del 7 ottobre

Vox
Condividi!

## La Ue finanzia il terrorismo islamico: un pericolo anche per l’Italia

È una vergogna che offende la memoria delle vittime del terrorismo islamico e la sicurezza dei cittadini europei: la Commissione Europea è il principale finanziatore dell’Autorità Palestinese, un’entità che sostiene e premia gli attentatori islamici che uccidono civili israeliani e che potrebbero colpire anche in Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Ue, infatti, ha deciso di stanziare oltre 118 milioni di euro per il 2024 destinati all’Autorità Palestinese: fondi che andranno anche nelle tasche dei terroristi islamici e delle loro famiglie.

Non è un mistero perché il Parlamento UE è perfettamente a conoscenza del fondo OLP, un tesoretto destinato appunto ai cosiddetti martiri. Nel testo del 12 luglio scorso, firmato Parlamento UE, si legge nero su bianco: “considerando che l’Autorità palestinese e l’OLP continuano a fornire fondi per i martiri alle famiglie palestinesi uccisi negli scontri violenti contro gli israeliani o uccisi da azioni militari israeliane; che continuano inoltre a fornire retribuzioni distinte ai palestinesi nelle carceri israeliane, compresi i condannati per atti di terrorismo contro obiettivi ebraici”.

Si tratta di una politica criminale e irresponsabile, che contraddice i valori e gli interessi dell’Europa, che dovrebbe essere un’alleata di Israele, l’unica democrazia del Medio Oriente, e non dei suoi nemici, che vogliono la sua distruzione e la sua sostituzione con uno stato islamico. Si tratta di una politica che mette a rischio anche la vita degli italiani, che potrebbero essere presi di mira da cellule terroristiche islamiche presenti sul nostro territorio, come è già accaduto in passato.

A farsi garante del finanziamento UE è proprio il Commissario per il Vicinato e l’allargamento, Olivér Várhelyi, che dichiara come negli ultimi giorni del 2023: “Questo pacchetto di misure a breve termine fornirà all’Autorità palestinese un sostegno finanziario diretto dell’UE pari a circa 118 milioni di euro per coprire i pagamenti per il 2024. Tale pacchetto dovrebbe contribuire alla stabilità dell’Autorità palestinese. Spero che offrirà anche un segnale per contribuire a mobilitare altri donatori e la comunità internazionale”.

Vox

Ma di quale stabilità parla il Commissario? Di quella che si basa sul sangue degli innocenti e sulla violazione dei diritti umani? Di quella che alimenta l’odio islamico e la violenza? Di quella che finanzia una corruzione endemica e una propaganda antisemita e antioccidentale invece che lo sviluppo e l’istruzione? Di quella che premia i terroristi islamici?

L’aumento dei cosiddetti martiri è in costante evoluzione. Sul quotidiano ufficiale dell’Ap, Al-Hayat Al-Jadida del 10 gennaio scorso, si legge: “questa mattina ci sono altri 23.210 martiri”. Di conseguenza l’aumento degli stipendi per i terroristi islamici ammonta a 1 milione e 300mila dollari in più al mese che si traducono, appunto, in 16 milioni di dollari in più per il 2024 da aggiungere ai 161 milioni dello scorso anno spesi solo ed esclusivamente per le ricompense ai martiri, come si legge su Pmw.

Ed è sempre Pmw a denunciare che “a causa delle sue ricompense per il terrore “pagate per uccidere”, l’Autorità palestinese ha perso miliardi di dollari in finanziamenti esteri” e ancora: “Di conseguenza, l’Autorità palestinese non ha i soldi per pagare gli stipendi ai dipendenti pubblici palestinesi, compresi gli insegnanti, e da oltre due anni effettua solo pagamenti parziali”.

Secondo i dati i nuovi prigionieri, terroristi responsabili dell’attacco del 7 ottobre – anche grazie agli aiuti UE – riceveranno uno stipendio iniziale di 375 dollari al mese che aumenterà più sarà lunga la detenzione nelle carceri, fino ad arrivare a un massimo di 3215 dollari al mese.

Un vero e proprio lavoro, quello del terrorista islamico, pagato dall’Anp con soldi dell’Unione Europea: ovvero le vostre tasse, visto che l’Italia finanzia il 15% del bilancio europeo con i vostri soldi.

La Ue è complice della strage islamica del 7 ottobre e della minaccia alla sicurezza presente e futura in Italia finanziando il terrorismo islamico, è ora di dire basta ai terroristi islamici pagati dalla Ue.




Un pensiero su “L’Unione Europa paga lo stipendio ai terroristi islamici del 7 ottobre”

  1. Già.. invece di aiutare il popolo palestinese, in realtà a questa UE di merda interessano i criminali

I commenti sono chiusi.