Allarme baby gang immigrati a Padova: accoltellano ma rimangono liberi

Vox
Condividi!

# Basta violenza dei figli degli immigrati

VERIFICA LA NOTIZIA

Siamo stanchi di leggere notizie di cronaca nera che riguardano adolescenti stranieri senza scrupoli, capaci di accoltellare, rapinare e pestare i loro coetanei o anche gli adulti. Siamo indignati di sapere che una diciassettenne straniera, già nota alle forze dell’ordine per aver partecipato a una rapina e a un pestaggio, sia stata arrestata per aver ferito gravemente un ragazzo di 18 anni con un coltello a Padova.

Accoltellato da immigrata di 17 anni a Padova

Siamo preoccupati per l’escalation di delinquenza giovanile straniera che sta mettendo a repentaglio la sicurezza e la convivenza civile nelle nostre città.

Vox

Non possiamo più tollerare che queste baby gang composte da minori stranieri o di origine straniera (non c’è differenza), agiscano indisturbate, sfidando le leggi e le autorità, approfittando della loro immunità penale o del buonismo di chi ciancia della loro condizione di vulnerabilità sociale. Non possiamo più chiudere gli occhi di fronte a una realtà che ci fa paura, che ci fa sentire impotenti, che ci fa perdere la fiducia nel futuro: perché il futuro sono questi figli di immigrati se non abroghiamo i ricongiungimenti familiari.

Chiediamo al governo di agire.

Non servono le ridicole norme esistenti, come il Daspo urbano, che consente solo di spostare i soggetti pericolosi da certe zone in altre. Chiediamo che si introducano nuove misure, come l’inasprimento delle pene per i reati commessi in gruppo o con armi, la responsabilità civile e penale dei genitori dei minori delinquenti, la revoca del permesso di soggiorno per gli stranieri coinvolti in atti criminosi: nel caso dei figli, di tutta la famiglia.

Chiediamo, soprattutto, che si abroghino i ricongiungimenti familiari: l’Italia sta diventando il campo di battaglia di Mohammed jr.