Clandestino uccide ragazza italiana ed è libero

Vox
Condividi!

**La vergogna dello Stato: chi ha ucciso una donna è libero dopo tre anni**

Nella giornata di ieri è stata eseguita un’espulsione dal territorio italiano di un cittadino extracomunitario. E’ stato accompagnato da personale della Polizia di Stato alla frontiera di Roma-Fiumicino con volo diretto destinazione Casablanca.

L’africano, un tunisino classe 1994, irregolare sul territorio nazionale, era destinatario di un provvedimento di espulsione emesso dal Prefetto di L’Aquila in quanto soggetto pericoloso per l’ordine e per la sicurezza pubblica e con gravi precedenti e pregiudizi di polizia tra cui rissa, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, truffa, lesioni personali e porto abusivo di armi e di oggetti atti ad offendere.

Fin qui, nulla di strano. Un delinquente in meno sul nostro suolo, direte voi. Ma c’è un particolare che fa rabbrividire e indignare: lo stesso, infatti, si era reso responsabile nell’anno 2020 di un grave episodio balzato alla cronaca, in quanto alla guida della propria autovettura, dopo aver assunto alcool e sostanza stupefacente, aveva provocato un incidente stradale con esito fatale per una giovane ragazza; in quella occasione, inoltre, era stato sorpreso in auto con un soggetto già destinatario di provvedimento di cattura.

Sì, avete capito bene: questo individuo ha ucciso una donna innocente, forse una madre, una figlia, una sorella, e dopo soli tre anni è stato semplicemente espulso dal nostro Paese, senza scontare una pena adeguata al suo crimine. Una beffa, una vergogna, una violenza alla memoria della vittima e al dolore dei suoi familiari.

Vox

Per l’extracomunitario, che già in passato era stato espulso e accompagnato in C.P.R. e che si era reso inottemperante a precedenti espulsioni emesse dal territorio nazionale, questa volta è scattato l’accompagnamento diretto, opportunamente scortato a causa della sua pericolosità, nel paese di origine.

Ma che senso ha questa misura? Che giustizia è questa? Che messaggio si vuole mandare ai criminali che infestano il nostro Paese, che possono uccidere impunemente e poi tornare a casa loro come se nulla fosse? Che rispetto si vuole dimostrare verso le vittime e i loro cari, che devono sopportare l’oltraggio di vedere il loro carnefice libero e felice?

Questa è la triste realtà dell’Italia di oggi, dove la vita umana non vale nulla, dove la legge non è uguale per tutti, dove la sicurezza e la giustizia sono parole vuote. Una realtà che va cambiata, che va denunciata, che va combattuta. Per il bene di tutti noi, per il bene della nostra democrazia, per il bene della nostra coscienza.

L'Aquila, espulso extracomunitario: nel 2020 investì una ragazza




2 pensieri su “Clandestino uccide ragazza italiana ed è libero”

  1. gli schifosi deviati e disagiati mentali delle bandierine 🏳️‍🌈🏳️‍🌈 cosa dicono a riguardo? che siamo tutti uguali oppure e ma anche gli italiani lo fanno che schifo di immondizia di generazioni si stanno susseguendo in questa Europa

I commenti sono chiusi.