Primo stupro dell’anno: violentata da immigrato a Milano

Vox
Condividi!

Visto che le donne non sono andate in piazza Duomo a farsi stuprare da loro, allora le drogano e portano nei residence.

Una ragazza 20enne ha denunciato di essere stata vittima di violenza sessuale. Sul caso sono in corso le indagini dei carabinieri del Nucleo radiomobile e della compagnia di Milano Porta Magenta, intervenuti ieri mattina in un residence a Milano. La ragazza, che si trova a Milano per festeggiare il Capodanno con un’amica, ha raccontato di aver trascorso la serata del 30 in un locale in zona Navigli, dove aveva conosciuto un uomo, e di essersi poi svegliata la mattina successiva all’interno della camera da lei affittata in compagnia di quest’ultimo. L’uomo, secondo il racconto della ragazza, si sarebbe allontanato velocemente dicendole di aver avuto un rapporto sessuale con lei senza fornire ulteriori spiegazioni.

Capodanno, solo maschi afroislamici in Piazza Duomo – VIDEO

Vox

La vittima, che riferisce di non ricordare nulla di quanto accaduto e di sospettare di aver ingerito inconsapevolmente sostanze stupefacenti, è stata visitata alla clinica Mangiagalli ed è stata dimessa senza giorni di prognosi. Dagli accertamenti condotti dai carabinieri è stato identificato il presunto autore in un 35enne ecuadoriano nei cui confronti non sono state assunte iniziative in attesa degli esiti degli accertamenti sanitari eseguiti dalla clinica Mangiagalli di Milano.

Violentata da immigrato a Milano




3 pensieri su “Primo stupro dell’anno: violentata da immigrato a Milano”

  1. Noto con dispiacere che i siti on |ine sempre |e direttive anti verità : https //notizie virgilio it/presunto-stupro-di-capodanno-a-milano-ragazza-di-20-anni-drogata-e-abusata-da-un-35enne-preso-il-sospetto-1600202 vero presunto ma se fosse stato italiano sarebbe stato condannato h24 dal tribunale delle tv senza processo…

I commenti sono chiusi.