Migranti celebrano i veri femminicidi: “Non potete più difendere le vostre donne”

Vox
Condividi!

Neanche quest’anno Mattarella ha affrontato il vero tema: i crimini degli immigrati. Ha preferito cavalcare l’ondina del ‘femminicidio’. Che oltre ad essere un fenomeno mediatico, lo sarebbe ancora di più se non ci fossero i migranti che tanto piacciono a Mattarella.

Gli omicidi di tante italiane sono già accaduti. Come gli stupri sono una forma di colonizzazione. Il maschio afroislamico sta prendendo possesso del territorio: ed è lo Stato italiano ad aiutarlo in questa occupazione. Sono le sue strutture, che non possiamo definire altrimenti che *********, come la guardia costiera, a portarceli in casa.

Come è il premier in carica, tutta impegnata in un’opera di sostituzione etnica senza precedenti. Con un’aggravante: aveva promesso di fare il contrario.

VERIFICA LA NOTIZIA
Riguardo gli stupri etnici che ormai stanno riportando l’Italia all’epoca delle Marocchinate, a partire da quelli di Capodanno per arrivare agli ultimi casi delle stazioni e di Latina, e ricordando gli stupri di massa di Colonia – quelli che, secondo i galoppini di Boldrini, non erano mai avvenuti – uno studio dello storico Jörg Baberowski, presentato in un documentario con ricerche fatte sul campo comprese ‘interviste’ con alcuni dei responsabili, rivela la verità dietro quegli attacchi di massa.

La conclusione è agghiacciante, ma non sorprendente. Almeno per chi legge Vox: gli stupri etnici di Colonia sono stati una forma di colonizzazione.

Erano organizzati, e avevano un chiaro messaggio: “Non potete difendere le vostre donne, perché siete paralizzati dall’antirazzismo”.

Vox

europeanassaulter-774529

Secondo lo studioso dell’università Humboldt di Berlino, i profughi islamici, vedendo la sostanziale impunità a seguito degli stupri, quando a casa loro sarebbero stati uccisi dai padri delle donne violentate, hanno interpretato il tutto come “debolezza dell’Europa” e un sostanziale via libera allo stupro di massa.

Il fenomeno andato in scena a Colonia, e poi in tante città europee durante concentrazioni di massa come il Capodanno, è noto nel mondo arabo nordafricano come Tarrarush Gamea: un gruppo di maschi circonda una o più donne e inizia la molestia di massa che può sfociare in stupro completo di gruppo o ‘limitarsi’ alla violenza sessuale.

Facciamo due calcoli degli immigrati entrati in Italia ‘grazie’ a Meloni.

Via mare siamo a 95mila nel 2023 più i 35mila dello scorcio di 2022. Poi c’è il famigerato decreto flussi: 500mila ingressi. Gli stessi annunciati dal cognato. Gli stessi che Meloni, all’opposizione, definiva numeri da sostituzione etnica. Lo è. E lei ne è l’artefice. Resta da capire per cosa, in cambio di cosa e per ordine di chi.

Ci sono, poi, i duecentomila che ogni anno arrivano coi ricongiungimenti familiari che lei non ha abrogato.

Totale: 830mila.




2 pensieri su “Migranti celebrano i veri femminicidi: “Non potete più difendere le vostre donne””

  1. ”…….Resta da capire per cosa, in cambio di cosa e per ordine di chi”
    Facile da indovinare.Di mezzo c’e’ sempre il merdaio europeo.In cambio di denaro-che senza di quello saremmo sotto 3 metri di merda-e dei ricatti a cui la mia Patria e’ soggetta.Maledetto sia da vivo e da morto quel porco bastardo che ci ha portati in questo putanaio.Non finiro’ MAI e poi MAI di maledirlo ogni giorno,ogni ora ogni secondo della mia vita.Maledetto sia quel losco figuro merdoso che in cambio di vantaggi economici ha scelto di scaricare tutta la merda puzzolente che arriva qui.Maledette siano ogni giorno quelle barcacce di merda che portano rumenta a pie’ sospinto e maledetti siano coloro che sull’immigrazione ci fanno la cresta a partire dal saco bianco che sta a roma per finire a quel lercio individuo di casarini.Che muoia in carcere.Buon anno a tutti.In questo paese di merda.

    1. stai parlando della destra italiana, giusto?

      Cioe quelle merde che sin dai tempi di Mussolini, cercano di islamizzare l’Italia.
      E ci sono quasi riusciti con il presente governo Meloni.

      Gli islamo-fascisti, rivendicano
      che lo Stato italiano (cioe i governi di destra)
      da oltre 17 anni cercano di riconoscere la conquista del territorio italiano, da parte dell’Islam.

      Già nel 2005, si creò la prima “Consulta per l’islam italiano”, istituita con decreto-legge nel 2005 dall’allora Ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu (DESTRA)

      Roberto Maroni (LEGA), nel 2010, creo il
      “Comitato per l’Islam italiano”

      Nel 2016, il Ministro Angelino Alfano (DESTRA), creo “Consiglio per le relazioni con l’Islam”

      **************
      I leghisti?
      Luride merde, che vanno rastrellati, deportati e lavati con lo Zyclon B.
      Le ceneri, siano date come cibo per i pesci.

I commenti sono chiusi.