“Certificato di genitorialità”: Ue legalizza il mercato dei bambini

Vox
Condividi!

Assist ai pedofili (non lo usiamo come sinonimo di omosessuali). Di questo si tratta, al di là del fenomeno già orripilante dell’utero in affitto con donne usate come incubatrici da ricchi gay o coppie normali.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il famigerato Parlamento UE riunito a Strarburgo ha sostenuto il riconoscimento della genitorialità in tutta l’Ue, indipendentemente da come “un bambino sia stato concepito, sia nato o dal tipo di famiglia che ha”. Insomma, se ti compri un bambino, è tuo. Ecco lo sdoganamento del mercato dei bambini.

Sei un pedofilo e non puoi procurarti un bambino nei pressi di casa tua? Lo ordini, paghi un ‘utero in affitto’ e poi ti arriva a casa. Tutto legale.

Il parere dei deputati è arrivato con 366 voti a favore, 145 contrari e 23 astensioni.

Vox

Secondo le associazioni pro vita la proposta condivisa a maggioranza dall’Eurocamera è “una gravissima e vergognosa ingerenza dell’Unione Europea nei confronti degli Stati membri sul diritto di famiglia” e rappresenterebbe una “chiara volontà politica e ideologica dell’Europa di voler fare pressioni per il riconoscimento dei genitori omosessuali e così anche legittimare pratiche barbare e aberranti come l’utero in affitto, la compravendita di gameti e la procreazione medicalmente assistita, anche quando queste sono già illegali e vietate negli Stati”.

Se approvata, questa oscenità obbligherebbe i Paesi Ue a riconoscere la cosiddetta ‘genitorialità’ così come stabilita da un altro Paese dell’Ue, indipendentemente da come il bambino è stato concepito (comprato), è nato o dal tipo di famiglia che ha.

“La proposta di regolamento sul certificato europeo di genitorialità è un sopruso nei confronti delle sovranità nazionali che ha come obiettivo impedire ai governi di opporsi a un business aberrante come l’utero in affitto, usando il principio della libertà di circolazione dei cittadini europei come scusa per obbligare tutti gli Stati membri a riconoscere come genitore chi va all’estero a comprare un bambino”, ha attaccato l’eurodeputato di Fratelli d’Italia Vincenzo Sofo, che già alla vigilia del voto aveva rimarcato la posizione contraria del partito meloniano.

Questi pensano che la Ue sia riformabile. Quando è nata per distruggere le identità nazionali e la famiglia. La Ue non si riforma: si distrugge.




2 pensieri su ““Certificato di genitorialità”: Ue legalizza il mercato dei bambini”

  1. Gli analfabeti del governo possono sempre cambiare la costituzione come i polacchi che per quanto morti di fame, sono più intelligenti dei nostri nella loro costituzione vige l asserto per cui le leggi nazionali prevalgono su quelle internazionali
    Così facendo mandi a quel paese i froci e riesci a rimpatriare pure tutti i negri che ti trovi in italia
    Ma ci vogliono gli statisti, non le caMMmeriere complessate

I commenti sono chiusi.