Impongono sharia in Italia: “Sgozzare donne che leggono”

Vox
Condividi!

La cosa vergognosa è che il video viene presentato come “difficoltà di integrazione in Italia”, come se fosse un obbligo integrare queste bestie. Come se l’immigrazione di massa fosse un dogma. Un obbligo.

Vedete, loro la pensano come i talebani. E noi ce li stiamo portando in casa. Facciamo loro costruire moschee più o meno abusive sul nostro territorio.

Poi andiamo ad esportare democrazia a casa loro. Mentre importiamo qui loro. Alla fine non è la democrazia che esportiamo, ma l’islam che importiamo.

Vox

Perché il modello di società non è un meme, non si impara per imitazione, arriva con le gambe degli immigrati.

La folle strategia progressista, che ha contaminato anche gli omini della ‘destra’, è quella di portare in Italia i musulmani per non lasciarli nelle mani dei talebani. In questo modo importiamo esattamente quello che a parole vorremmo combattere in casa loro.

Meloni ne vuole importare un altro mezzo milione. Tutti afroislamici.




2 pensieri su “Impongono sharia in Italia: “Sgozzare donne che leggono””

  1. Islamici e fascisti, hanno sempre odiato le persone istruite ed intelligenti.

    Nell’islam vengono riconosciuti come intellettuali, solo gli studiosi del Corano.
    Ste merde non hanno mai preso un premio nobel pur essendo 1,8 miliardi,
    a differenza degli ebrei che ne hanno 187, su solo 15 milioni di persone.

    Se per esempio sul quotidiano DailyMuslim,
    scrivono che di Maio e’ un bibitaro,
    il giorno dopo sentirete anche tutti questi altri mentecatti
    ripetere in coro in ogni parte del mondo,
    che Di Maio e’ un bibitaro.

    La vera ragione di fondo dell’odio atavico verso gli ebrei,
    origina dal fatto che gli ebrei sono un popolo intelligente
    Ovvio parliamo di dati statistici, perché anche fra gli ebrei ci sono fascisti, mentecatti e religiosi.

    1. Nel seguente articolo tratto dal quotidiano islamico DailyMuslim
      si legge, come la LEGA e la TESTRA
      hanno cercato in tutti i modi di islamizzare l’Italia.

      Lo dicono gli stessi islamici, che essendo ancora in minoranza, usano toni civili.
      Ma attenti, non sara affatto la stessa cosa,
      se per caso raggiungeranno percentuali piu corpose.

      *****************
      “Lo Stato italiano da oltre 17 anni cerca di avere un concordato con le varie associazioni islamiche italiane, al fine di promuovere la libertà di professare, di fare propaganda, di portare la fede nelle scuole e in tutti i luoghi pubblici.

      Già nel 2005, si creò la prima “Consulta per l’islam italiano”,
      istituita con decreto-legge nel 2005 dall’allora Ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu

      Il IV Governo Berlusconi, sotto l’egida dell’allora ministro dell’interno Roberto Maroni, nel 2010, si rimodulò la consulta, sostituendo alcuni membri, e denominandola “Comitato per l’Islam italiano”

      Lo Stato italiano non ha demorso, anzi ha cercato di fare ai musulmani la possibilità di avere la propria confessione riconosciuta anche nel 2016, con il Ministro Angelino Alfano, che cambiò ancora una volta il nome a tutto, e così il “Consiglio per le relazioni con l’Islam”

      dailymuslim.it/2023/06/proposta-di-legge-fdi-sui-centri-islamici-ass-naz-musulmani-italiani-favorevoli/

I commenti sono chiusi.