Nigeriano scarcerato dal solito giudice: ha licenza di violentare donne italiane

Vox
Condividi!

Cagliari, in un sottopasso che aveva scelto come bivacco, importunava le donne: dopo la segnalazione dei residenti, sono intervenuti alcuni agenti per invitare il 29enne nigeriano ad allontanarsi ma lui ha reagito con violenza ed è stato arrestato. Per poco.

Dal suo accampamento abusivo nel tratto di galleria fra via Logudoro e via San Lucifero, importunava tutte le donne che passavano nel corridoio e aveva ridotto quel passaggio pedonale a una sorta di bivacco permanente. Questo è quanto i residenti hanno segnalato due sere fa alla polizia locale in riferimento alla situazione che si era creata sul posto.

Sono intervenuti gli agenti che hanno invitato D. I., 29enne di nazionalità nigeriana e senza fissa dimora, a ritirare i suoi effetti personali e ad allontanarsi. Il giovane ha però inveito contro i poliziotti, li ha minacciati, spintonati, e sferrato al loro indirizzo calci e pugni. È stato bloccato e arrestato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, infine accompagnato in caserma.

Vox

Trattenuto nelle camere di sicurezza, è stato poi sottoposto al rito per direttissima. L’arresto è stato convalidato ed è stata disposta la liberazione del nigeriano, con giudizio rinviato a gennaio.

Violentatore nigeriano scarcerato dal solito giudice

Certo, a gennaio è sicuramente in tribunale.