Qualcuno sapeva dell’attacco di Hamas e ha fatto miliardi in borsa

Vox
Condividi!

Somiglia molto a quanto avvenne l’11 settembre. Chi ha guadagnato miliardi in vendendo allo scoperto azioni di società israeliani prima del 7 ottobre?

Le persone che hanno fatto scommesse gigantesche contro le azioni israeliane sui mercati azionari di Tel Aviv e degli Stati Uniti nei giorni precedenti l’attacco del 7 ottobre hanno guadagnato miliardi di dollari.

L’attacco contro Israele del 7 ottobre ha colto di sorpresa l’esercito israeliano. Ma qualcuno a quanto pare sapeva in anticipo e ha guadagnato miliardi scommettendo contro le azioni israeliane scambiate in Israele e a Wall Street cinque giorni prima dell’attacco, scrive il quotidiano Haaretz, citando una ricerca dell’ex commissario Robert Jackson, US Securities and Exchange Commission, e Joshua Mitts (un esperto di vendite allo scoperto nel mercato azionario).

“Il volume delle transazioni short il 2 ottobre è stato così enorme – 227.000 unità rispetto a diverse migliaia in un qualsiasi altro giorno – che non sembra possibile una casualità. Chiunque fosse dietro gli accordi apparentemente sapeva con certezza che il disastro avrebbe colpito Israele”, scrive.




3 pensieri su “Qualcuno sapeva dell’attacco di Hamas e ha fatto miliardi in borsa”

  1. oramai lo sanno tutti
    che e’ stato un false flag
    organizzato dai fascisti sionisti
    in combutta con i fascisti di Hamas.

    Il vero nemico di Israele e della Palestina
    sono i fascisti.

    E non solo di Israele e Palestina, ma di tutto il mondo.

I commenti sono chiusi.