Stuprano e non pagano tasse: li chiamano risorse

Vox
Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Razzismo. E’ di soli 8 miliardi di euro il gettito Irpef, pari a solo il 4% del totale, che arriva dalle tasche degli immigrati che vivono e lavorano in Italia.

Un dato che sarà certamente peggiorato ulteriormente con la pandemia, ma già prima decisamente modesto se rapportato a quasi 3,9 milioni di contribuenti stranieri e 5 milioni di residenti, che hanno dichiarato un monte redditi complessivo pari a poco meno di 53 miliardi di euro.

In pratica l’8,5 dei residenti, gli immigrati, mentre commette un numero spropositato di stupri:

NUMERI: STUPRI E CRIMINI LI COMMETTONO IMMIGRATI

Paga solo il 4,3 per cento delle tasse. Insomma, per noi italiani è un affarone!

Più di metà immigrati non paga le tasse e vive di sussidi

Vox

Dei quasi 4 milioni di contribuenti nati all’estero, quasi 700mila sono romeni. La seconda comunità più diffusa, quella albanese con 287mila persone, è anche quella che dichiara di più: quasi 14mila euro all’anno. Seguono Marocco, con 227mila lavoratori regolari, e Cina, a quota 196mila.

Quasi la metà delle dichiarazioni prese in esame, il 48%, si ferma a un imponibile annuo di sole 3.700 euro. Quindi, di fatto, esentasse.

Abbiamo, quindi, una popolazione che paga 1/4 delle tasse rispetto agli italiani ma che commette 8 volte più stupri. Perché li facciamo entrare? Perché li teniamo qui?

Perché non svuotiamo i centri di accoglienza?


A proposito delle tasse che non pagano e dei sussidi che riscuotono, ricordiamo questa denuncia: