Giulia Cecchettin, la fila piddina per farsi pubblicità

Vox
Condividi!

La cosa più brutta di questa vicenda è la totale mancanza di pietas verso questa povera ragazza. Utilizzata come un feticcio. Nessuno si interessa della sua morte che viene invece strumentalizzata per monetizzare da parte di alcuni gruppi di invasati. Del resto, la prima ad avere utilizzato il cadavere della povera Giulia Cecchettin è quella che più sarebbe dovuta rimanere in attonito silenzio.

Ovviamente alla fine del caos mediatico rimarrà nulla. Perché non è accaduto nulla dal punto di vista sociale e politico. Solo isteria, anche da parte della cosiddetta destra, incapace di non farsi travolgere.




Un pensiero su “Giulia Cecchettin, la fila piddina per farsi pubblicità”

  1. Intanto però hanno portato avanti altri ‘leggine’, che finanziano i loro centri del menga, dove gli uomini vittime di violenza vengono buttati letteralmente fuori, a calci.
    Per non parlare delle solite aggravanti, secondo cui, a sentir loro, se una donna denuncia, non può non essere vero, anche in assenza delle prove.
    Esisteva, nel mondo islamico, almeno fino allo smantellamento grazie al colonialismo europeo, una simpatica norma secondo la quale i non musulmani non potevano portare a processo i musulmani. Quella uguaglianza davanti alla legge, così faticosamente conquistate in secoli di lotte dalla caduta della repubblica romana, si sta disintegrando sotto i colpi e le pretese di società allogene e scintille impazzite delle nostre.
    E la difesa, è sempre più debole.
    Siamo qui a scrivere, invece di essere in piazza a contro manifestare contro quelle zitelle affamate di c…..

I commenti sono chiusi.