Giulia poteva essere salvata: mancato intervento dopo chiamata testimone al 112

Vox
Condividi!

Il problema è lo Stato. Per fermare un pazzo non serve indottrinare milioni di sani, ma intervenire quando qualcuno chiama il 112. Che, invece, in questo caso non è intervenuto. Perdendo un giorno, fino alla denuncia del padre il giorno dopo.

La sera di sabato 11 novembre i Carabinieri non inviarono una pattuglia a Vigonovo dopo l’allarme al 112 di un vicino dei Cecchettin su un litigio in corso in un parcheggio, il luogo dove ci fu la prima aggressione di Filippo a Giulia.

VERIFICA LA NOTIZIA

Vox

Il particolare trova conferma in ambienti vicini all’inchiesta.

Nell’ordinanza del Gip non c’è traccia dell’intervento di pattuglie quella sera. Al 112 il testimone (ore 23.18) disse di aver sentito urlare “mi fai male”, e visto un uomo calciare una figura terra ma non riuscì a prendere la targa dell’auto. L’indagine scattò domenica, dopo la denuncia di scomparsa di Giulia presentata dal papà.