Violentata da branco africani: volevano comprarla con la droga

Vox
Condividi!

Su questa notizia:

Bambina stuprata in centro da una decina di africani

I due arrestati, extracomunitari senza fissa dimora di 26 e 31 anni, dovranno rispondere di violenza sessuale di gruppo in seguito alla denuncia di una ragazza abusata nel centro di Arzachena. Attualmente, si trovano nel carcere di Bancali a Sassari.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo stupro si è verificato lo scorso 21 ottobre e è stato reso noto soltanto ieri.

La vittima, della quale ieri non si conosceva l’età, è una 18enne del posto, ed è, ovviamente, ancora sotto shock a causa di quanto accaduto.

Vox

In quel giorno, è stata fermata dagli immigrati che poi le avrebbero proposto di acquistare della droga. Al rifiuto della ragazza, è stata violentata.

I carabinieri della stazione di Arzachena stanno mantenendo il massimo riserbo sulla vicenda.

Per domani mattina, alle ore 9, è prevista la convalida dell’arresto nell’ufficio del giudice per le indagini preliminari.

In serata è arrivata una nota dei Carabinieri autorizzata dalla Procura della Repubblica in cui si precisa che “la vittima all’epoca dei fatti era maggiorenne e che i presunti autori, tutti identificati e sottoposti a fermo, sono esclusivamente due cittadini stranieri senza fissa dimora”.

E che “l’episodio non è classificabile come “stupro” in senso stretto ma si tratta di una violenza sessuale tentata e comunque non consumata in un frangente di tempo molto ristretto”.

L’hanno solo tentato.




2 pensieri su “Violentata da branco africani: volevano comprarla con la droga”

  1. “Si trovava in centro con un amico quando è stata aggredita e violentata”. Cioè, fatemi capire, se stava di sera in una piazza, con un AMICO, come sono riusciti questi ad aggredirla in un luogo frequentato da altre persone? E l’amico invece? Cosa stava facendo? Non l’ha difesa?

  2. In Sardegna sanno gia’ chi sono.Stanno aspettando che uno stronzo di giudice li liberi.Poi ci pensano loro.Guai a toccare donne,bambini e religiosi.

I commenti sono chiusi.