Uccidono e pestano i poliziotti ma continuano a sbarcarli e portarli in tutta Italia

Vox
Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Altri quarantadue clandestini sono sbarcati a Lampedusa dopo che il barchino di legno di 8 metri sul quale viaggiavano è stato pescato dalla motovedetta Cp762 della cosiddetta Guardia costiera. Il gruppo, composto da tunisini e marocchini, ha riferito di essere salpato ieri pomeriggio da Mahdia, in Tunisia, pagando 2.500 dinari a testa.

Tutti sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola.

Intanto 40 dei 163 scrocconi ospiti dell’hotspot di Lampedusa verranno trasferiti questa sera con il traghetto di linea che giungerà all’alba di domani a Porto Empedocle. A disporlo è stata la Prefettura di Agrigento, agenzia viaggi degli scafisti, e nelle prossime ore i poliziotti inizieranno ad accompagnare, in piccoli gruppi, i clandestini al porto dell’isola.

Vox

Li pestano, e continuano a collaborare con l’invasione:

Lampedusa, tunisino sbarcato entra in casa privata e pesta poliziotto che ci abita




3 pensieri su “Uccidono e pestano i poliziotti ma continuano a sbarcarli e portarli in tutta Italia”

  1. Con più ne sbarcano più ne pestano di coglioni in divisa. Vediamo chi si stanca prima. Per me si stancano prima i negri

I commenti sono chiusi.