Da Lampedusa a Trieste per stuprare

Vox
Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Sarebbe stato identificato dalla polizia il giovane che avrebbe violentato una minorenne, sua coetanea, nella rampa di un garage in piazza Vittorio Veneto nella notte tra il 31 agosto e il 1° settembre. Come riporta un servizio del Tgr Rai Fvg, i due si sarebbero conosciuti online. La ragazza è stata accolta al pronto soccorso del Burlo che, purtroppo, da luglio a oggi, ha trattato ben quattro casi di violenza sessuale.

Stupri di gruppo: migranti hanno violentato altre 7 donne, media nascondono notizia

In due casi si è trattato di violenza di gruppo, in cui sia vittime che carnefici erano minorenni. Le vittime avevano tra i 13 e i 16 anni, i violentatori meno di 17. Spesso, come dichiarato dal personale del Burlo, si tratta di amici e conoscenti, persone di cui le vittime si fidano. A Ferragosto sono state segnalate ben due violenze sessuali di gruppo tra il 14 e il 15 agosto. In un caso, a subire è stata una ragazza triestina a Grado, che è stata portata poi al Burlo dai genitori. La vittima, nel secondo caso, sarebbe stata una ragazza di Prosecco, violentata nella sera della sagra da un gruppo di ragazzi che lei conosceva. Le indagini sono in corso da parte della procura di minori.

Il caso di cui parla l’articolo:

Vox

🚨 Trieste, immigrato violenta ragazzina: trascinata in sottopasso

L’altro caso:

Sbarcato a Lampedusa stupra un uomo in ascensore

Tutti conoscenti e amici.




2 pensieri su “Da Lampedusa a Trieste per stuprare”

  1. italiana italica troia 52 enne infermiera trombava con africano che la uccisa nell’androne.

    Roma, Rossella Nappini uccisa a coltellate: il cadavere dell’infermiera 52enne nell’androne del palazzo. Ricercato l’ex
    Il corpo trovato da un condomino che ha chiamato i soccorsi

    streamable.com/https://www.ilmattino.it/primopiano/cronaca/roma_donna_uccisa_coltellate_primavalle_trionfale_ultime_notizie-7611530.html

    1. Sulla vicenda indaga la squadra mobile, che sta valutando una serie di ipotesi anche se alcuni testimoni avrebbero fatto riferimento a continue liti avute dalla donna con un compagno di origine magrebina, secondo quanto riferiscono alcuni suoi conoscenti.
      Africano.

I commenti sono chiusi.