Mostra Venezia, la madrina Caterina Murino a Sangiuliano: “Tassare gli stranieri”

Vox
Condividi!

Interessante. Se lo facciamo per il cinema, allora va fatto per tutto il resto. Compresa la cosa più importante: tassare gli immigrati che entrano in Italia per il solo fatto che entrano. Vuoi un permesso di soggiorno? Ne rilascio pochi, non quanti ne rilascia la moglie di Giambruno, e se lo vuoi paghi 5mila euro che vanno a coprire le spese che sosterremo per eventuali cure mediche che non ti sei pagato con generazioni prima di te in Italia.

VERIFICA LA NOTIZIA
Vox

“Al ministro della cultura Sangiuliano vorrei chiedere una cosa, che credo sia abbastanza facile da realizzare, anche se non so se burocraticamente sia semplice. In Francia, tutti i film stranieri che passano nelle sale devono pagare una tassa, e questa tassa, che è minima, serve ad aiutare il cinema nazionale a produrre i film francesi. Perché non farlo anche in Italia? Sarebbe un’idea che potrebbe aiutare in modo intelligente i piccoli film italiani a esistere”. A dirlo all’Adnkronos, appena arrivata al Lido di Venezia dove ricopre il ruolo di madrina dell’edizione numero 80 della Mostra di Venezia, è Caterina Murino. L’attrice sarda, in elegante tailleur bianco, è abbronzata, rilassata, emozionata al punto giusto ma -com’è nel suo carattere isolano- ha le idee chiare e le esprime in modo diretto.

Bene. Però poi i film che fate non devono contenere propaganda multirazziale, gender e altro.




2 pensieri su “Mostra Venezia, la madrina Caterina Murino a Sangiuliano: “Tassare gli stranieri””

  1. il panzone trigleridico allan l’inglese dal del al capone a trump , mentre il suo mafiosetto bidet fa affari con gli ukros ogm , bimbi , malattie etc etc …fai prima una dieta prima di parlare di Trump che fai schifo alla merda chiattone!

I commenti sono chiusi.