Cinquanta africani circondano e aggrediscono poliziotti: “E continuano a farli sbarcare…”

Vox
Condividi!

Torino, agenti circondati e presi a calci in faccia da una cinquantina di africani durante l’arresto di uno spacciatore senegalese pregiudicato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Barriera di Milano, via Palestrina, venerdì sera. Una pattuglia della polizia ferma un pregiudicato senegalese. Ma in cinquanta circondano i tre agenti per impedirne l’arresto. «Il risultato è di riportare ancora dei feriti a calci in faccia e tutte le auto in servizio sul territorio chiamate ad intervenire per sottrarre i colleghi dalla furia dei venditori di morte. È il Far West» è la rabbiosa sintesi che ne fa Pietro Di Lorenzo, segretario generale di Torino del Siap, il Sindacato italiano appartenenti polizia. «Un copione che ormai si ripete da tempo e che nessuno sembra prendere sul serio – aggiunge Eugenio Bravo, che invece è segretario del Siulp, il Sindacato italiano unitario dei lavoratori della polizia -. Bene i Decreti Sicurezza che però abbiano dei risvolti fattuali e pratici e non si limitino a scartoffie impraticabili, soprattutto non si limitino sempre ad invocare un’Europa che su queste cose non esiste proprio».

Vox

Il segretario generale del Siulp di Torino Eugenio Bravo: “Abbiamo detto che le forze dell’ordine sono sempre di meno e le violenze, le aggressioni, i reati non sembrano diminuire e con l’ingresso di nuovi immigrati irregolari, il rischio che aumenteranno in modo esponenziale non significa fare allarmismo, eppure tutto tace… Non si limitino sempre a invocare un’Europa che su queste cose non esiste proprio”

Finché Meloni organizzerà ponti aerei da Lampedusa alle città italiane invece di ponti aerei per rimpatriarli, la situazione non potrà che peggiorare.




2 pensieri su “Cinquanta africani circondano e aggrediscono poliziotti: “E continuano a farli sbarcare…””

  1. 🤣🤣🤣🤣calci in faccia 🤣🤣🤣🤣
    se lo meritano cosi imparano a farli entrare🤣🤣🤣🤣

  2. I traditori che davano la caccia a chi correva in solitaria in riva al mare, mentre spalancavano le porte a oltre 100.000 merde nere, meritano ben altro di calci in faccia.

I commenti sono chiusi.