Il piano Meloni per ripopolare Sardegna e Basilicata con africani: ecco la ‘redistribuzione’ dei clandestini

Vox
Condividi!

Il Viminale cambia le regole in materia di immigrazione e accoglienza: Ecco quali son i nuovi criteri di redistribuzione.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’iter è contenuto in una circolare che il ministero dell’Interno ha inviato ai prefetti, delegati a indire i bandi per reperire nuove strutture d’accoglienza.

La nuova circolare giunge in un momento delicato per l’Italia che ha registrato il doppio degli sbarchi rispetto all’anno scorso, tanto da mettere sotto pressione l’intero sistema dell’accoglienza.

La regola che cambierà l’accoglienza in Italia riguarda la distribuzione dei clandestini nelle regioni italiane, che non avverrà più in via esclusiva in proporzione rispetto alla popolazione residente, ma d’ora in poi solo in una quota del 70%, perché il restante 30% sarà calcolato anche in relazione alla superficie del territorio. La distribuzione sarà coordinata dal famigerato Dipartimento per le Libertà civili e l’immigrazione.

Se a oggi la Lombardia è in cima alla classifica dell’accoglienza con il 13% del totale di migranti (circa 16.232 dei 128.902 già accolti) seguita dall’ Emilia-Romagna (10% ovvero 12.458) e Lazio (9% ovvero 11.217), con l’adozione del nuovo criterio ciò potrebbe cambiare.

Vox

Nelle prossime settimane un aumento di trasferimenti in regioni con minore densità abitativa, come Sardegna e Basilicata, che dovranno ricevere più clandestini rispetto a prima.

Invece di rimandarli in Africa li mandano in Sardegna.

IL piano è chiaro: nessuno deve rimanere ‘puro’. Tutti devono subire il ripopolamento africano.

Ribellatevi. Bloccate i porti sardi con i vostri corpi. Respingete le navi nemiche di uno Stato ormai illegitttimo. Impedite alla sciamannata di portare avanti questo piano criminale di sostituzione etnica. Questa è pronta a tutto, anche a prendersi le case degli italiani per ospitare i suoi clandestini.




3 pensieri su “Il piano Meloni per ripopolare Sardegna e Basilicata con africani: ecco la ‘redistribuzione’ dei clandestini”

    1. Italicida piano ausvizzatore d’Italia.
      Italofago piano infernalizzatore d’Italia.

  1. Il territorio italiano invece avrebbe bisogno di “respirare”,mi sembra già sovrappopolato e questa fissazione di ripopolamento è la stessa di un medico che continua a curare un paziente ormai morto da ore.
    Suona più come una dichiarazione di guerra da parte delle elite di potere.

I commenti sono chiusi.