Rovereto, il nigeriano che ha ucciso Iris Setti stava per diventare italiano

Vox
Condividi!

L’aggressione, la violenza, l’orrore ai danni di una povera donna italiana che stava andando a trovare la mamma malata.

VERIFICA LA NOTIZIA

Rovereto, come l’Italia intera, è sconvolta da un delitto brutale e frutto delle politiche dissennate di un governo nato per fermare l’invasione e che, invece, la sta moltiplicando.

L’africano che l’ha uccisa è, che sorpresa, nigeriano come Oseghale. La bestia avrebbe parenti italiani.

Il che dimostra quali siano le urgenze in Italia: non il caldo, gli immigrati e il loro insinuarsi nella società. Devono essere abrogati i ricongiungimenti familiari, bisogna tornare allo ius sanguinis e si devono chiudere quelle cazzo di frontiere.

Vox

Chi non farà queste cose, ne dovrà rispondere davanti agli italiani. Perché mette a rischio il futuro di tutti noi.

La donna è stata denudata durante l’aggressione. Alcuni cittadini hanno sentito le urla di una donna e si sono trovati davanti ad una scena tremenda, agghiacciate.

La donna si trovava a terra, in parte spogliata. Sopra di lei l’africano che continuava a colpirla violentemente al volto e in altre parti del corpo. Una scena impressionante durata alcuni minuti durante i quali l’uomo non si è mai fermato sfigurando il volto della povera donna. Sembra che abbia usato anche un oggetto simile a un bolognino (un sanpietrino) un pezzo di lastricato stradale o i rilievi a confermarlo.




4 pensieri su “Rovereto, il nigeriano che ha ucciso Iris Setti stava per diventare italiano”

  1. Un modo diabolico per svuotare il peso di un’appartenenza,appunto, quella italiana.
    In modo tale che l’essere italiani diventa solo un dato civico e nulla più.
    Incredibile come a poco a poco abbiano annacquato le procedure di acwuisizione della cittadinanza italiana fino a poterla dare a cani e porci.

I commenti sono chiusi.