Uccisa da africano a Rovereto, Iris Setti andava dalla mamma: non ci arriverà mai

Vox
Condividi!

Su questa notizia:

Rovereto, ecco assassino africano: aveva già cercato di uccidere passanti – VIDEO

Al momento neanche un post o un commento dallo scafista ad honorem. Meglio eviti di commentare quello di cui è primo responsabile.

Vox

Chissà se andrà a rendere omaggio alla vittima, come fece coi clandestini di Cutro, tutta piagnucolante. Serva dei globalisti. Assassina del nostro futuro.

Si chiama Iris Setti ed aveva 61 anni la donna vittima della tremenda aggressione avvenuta nel tarda serata di ieri al parco Nikolajewka nel quartiere di Santa Maria a Rovereto da un 40enne già noto alle forze dell’ordine

Sono in corso le indagini condotte dai carabinieri di Rovereto coordinate dalla Procura per ricostruire esattamente quello che è successo. Il presunto assassino sarebbe un giovane extracomunitario già conosciuto dalle forze dell’ordine che già in passato, sempre a Rovereto, era stato protagonista di episodi violenti.

La donna è morta a seguito delle gravi ferite riportate nell’aggressione avvenuta ieri sera attorno alle 22,30. Una scena definita “agghiacciante” dai cittadini che dopo aver sentito delle grida si sono portati sul posto per cercare di capire cosa stesse accadendo.




2 pensieri su “Uccisa da africano a Rovereto, Iris Setti andava dalla mamma: non ci arriverà mai”

  1. C’e’ poco da capire, sti negri di merda sono sottobestie, anziche’ sparare a vista li fanno arrivare e li difendono come fossero persone.Altro sangue sulle zampe dei merdosi akkoglioni, Dio vi maledica e possiate veder morire in agonia tutti i vostri cari prima di seguirli nel girone piu’ profondo dell’inferno!!!!

  2. Ogni giorno sarà sempre peggio e questi orrendi fatti di cronaca diventeranno la normalità, come la negra schifosa che girava per strada col bastardo negro morto nella sportina.

I commenti sono chiusi.