Vescovo: “Climate change è complotto élite globalista”

Vox
Condividi!

𝗚𝗹𝗶 𝗶𝗻𝗰𝗲𝗻𝗱𝗶 𝗱𝗼𝗹𝗼𝘀𝗶, 𝗹𝗲 𝗶𝗻𝗻𝗼𝗻𝗱𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶 𝗱𝗼𝘃𝘂𝘁𝗲 𝗮 𝗶𝗻𝗰𝘂𝗿𝗶𝗮, 𝗶 𝗳𝗲𝗻𝗼𝗺𝗲𝗻𝗶 𝗮𝘁𝗺𝗼𝘀𝗳𝗲𝗿𝗶𝗰𝗶 𝗱𝗶𝘀𝗮𝘀𝘁𝗿𝗼𝘀𝗶 𝗽𝗿𝗼𝘃𝗼𝗰𝗮𝘁𝗶 𝗱𝗮𝗹𝗹𝗮 𝗴𝗲𝗼𝗶𝗻𝗴𝗲𝗴𝗻𝗲𝗿𝗶𝗮 𝘀𝗼𝗻𝗼 𝗽𝗿𝗲𝘀𝗲𝗻𝘁𝗮𝘁𝗶 𝗰𝗼𝗺𝗲 𝗶𝗻𝗲𝗹𝘂𝘁𝘁𝗮𝗯𝗶𝗹𝗲 𝗰𝗼𝗻𝘀𝗲𝗴𝘂𝗲𝗻𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗹 𝗰𝗹𝗶𝗺𝗮𝘁𝗲 𝗰𝗵𝗮𝗻𝗴𝗲, 𝗮𝗹 𝘀𝗼𝗹𝗼 𝘀𝗰𝗼𝗽𝗼 𝗱𝗶 𝗰𝗼𝘀𝘁𝗿𝗶𝗻𝗴𝗲𝗿𝗰𝗶 𝗮 𝗻𝘂𝗼𝘃𝗲 𝗿𝗲𝘀𝘁𝗿𝗶𝘇𝗶𝗼𝗻𝗶, 𝗳𝗶𝗻𝗲 𝘂𝗹𝘁𝗶𝗺𝗼 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗮𝘇𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗲𝘃𝗲𝗿𝘀𝗶𝘃𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹’𝗲́𝗹𝗶𝘁𝗲 𝗴𝗹𝗼𝗯𝗮𝗹𝗶𝘀𝘁𝗮.

È avvenuto lo stesso con l’emergenza psicopandemica e con quella energetica. E come ieri, chi oggi dissente è criminalizzato, a prescindere dalla validità delle sue argomentazioni.

La ripetizione dello stesso schema, però, sta facendo aprire gli occhi a molte persone, che comprendono la pretestuosità delle emergenze e delle crisi, e vedono concretizzarsi la minaccia di sempre più tiranniche compressioni dei diritti fondamentali.

Vox

Ciò che scandalizza maggiormente è l’asservimento di Bergoglio all’agenda del Nuovo Ordine Mondiale, compendiato dalla recente visita del capo dell’OMS per impartire ordini sul green come ieri sul siero genico mRNA.

Possibile. Dobbiamo ancora capire come il collasso del sistema avvantaggi l’élite globalista. Perché sia il covid che la transizione ecologica hanno messo e mettono seriamente a rischio il sistema del capitalismo globale che va avanti su una linea sottile di finto benessere e ricchezze accumulate da pochi.

Ci sfugge quale sia il problema per l’élite globalista al ché questo sistema prosegua, tanto da volerlo distruggere con emergenze che il cosiddetto complottismo definisce costruite come covid e ‘cambiamento climatico’. E’ questo nesso che non capiamo.

Ci pare più sensato pensare che questi credano davvero in quello che dicono e che dietro il fanatismo della ‘transizione ecologica’ sponsorizzato dal WEF ci sia non il calcolo di una perfida élite ma, piuttosto, la stupidità di un’élite che odia l’uomo.




6 pensieri su “Vescovo: “Climate change è complotto élite globalista””

  1. Premesso che la ‘geoingegneria’ per come la intendono i complottisti è una stupidaggine colossale, mentre sarebbe un argomento serio di cui discutere, se si trattasse di agevolare le piogge, o meglio, schermare, parzialmente (in realtà non si vedrebbe alcuna differenza ad occhio nudo) l’irraggiamento solare quando eccessivo, come in questa fase storica. Ma figuriamoci se con l’opinione pubblica che abbiamo si potrebbe fare in serenità…
    Dicevamo, premesso questo, quello del cambiamento climatico è una scommessa vincente per le elité globaliste.
    Il mercato più ricco del mondo, quello europeo (e americano), è saturo, la popolazione sta diminuendo, la stanno pompando artificialmente con dei poveracci di colore, ma non basterà mai.
    Per rilanciare questo mercato e convincere i ‘ricchi’ europei a cacciare i soldi, quelli accumulati in decenni, se non secoli, di attività di padri, nonni, bisnonni di risparmi, servono ‘incentivi’.
    E ce n’è una pletora.
    Quello più lucroso di tutti però sarà la ‘transizione’ termine reso famoso dai travestiti di m.
    Pensate a 700 milioni di europei, con un miliardo di veicoli, che dovranno essere sostituiti in un paio di decenni.
    Pensate alle case, che, o verranno vendute ai soliti ‘fondi’, a prezzi stracciati, oppure verranno restaurate a prezzi salatissimi.
    Le famiglie si ritroveranno con beni che perderanno rapidamente il loro valore e che non costituiscono investimento in quanto non producono reddito, ma, in compenso si ritroveranno alleggerite di parecchi risparmi.
    Vale la pena ricordare che i risparmi privati italiani sono tra i più elevati del mondo, e quelli europei, SONO, nel complesso, i più elevati.
    Gli americani, anche del nord, gli asiatici e gli africani, non hanno propensione al risparmio, ma al consumo, a parte i ricchi, ovviamente.
    Spero di aver chiarito perché per le elité questa è una scommessa vincita o vincita, a meno di non essere rovesciate con la forza.
    Ma, sono al sicuro, o almeno si ritengono tali, grazie ai salariati armati e alla smobilitazione degli eserciti di popolo.

    1. minchiate a ripetizione la geoingeneria è un fatto serio vero e distruttivo …i complottistih stanno nella testa malata di voi boomers di merda poltronari sveglia

      1. Premesso che mi sono sempre rivolto con rispetto ai commentatori, anche quando non condividevo quando dicevano, ed esigo pari trattamento, mi limito ad augurarti buona osservazione degli aerei a getto.
        E magari si mettese uno schermo sul pianeta che potrebbe abbassare la temperatura media di un paio di gradi. Inoltre la tecnologia della schermatura sarà essenziale se un giorno colonizzeremo Venere.

I commenti sono chiusi.