Salva ragazza da stupro: africani gli spezzano le braccia – VIDEO

Vox
Condividi!

Su questa notizia:

Italiano salva ragazza da stupro: “Era circondata da africani”, li affronta a mani nude

Vox

“Ho salvato una ragazza da uno stupro”. Allʼalba di venerdì 14 luglio, a Milano, Massimiliano Cianci, 30 anni, sta riaccompagnando a casa, a piedi lungo viale Alemagna,”una danese 28enne in vacanza. Allʼimprovviso degli stranieri, nordafricani, circondano e aggrediscono la ragazza.

“”La palpeggiavano, minacciando con una bottiglia”, racconta lui a cui hanno spezzato le braccia, mentre cercava di difenderla.




4 pensieri su “Salva ragazza da stupro: africani gli spezzano le braccia – VIDEO”

  1. No, è caduto da solo e si è rotto un braccio.
    Si prende la bottiglia, la si dà in testa al più grosso, si inizia a dire le cose giuste a voce alta e la gente arriva.

    Stand your ground: meglio un cattivo processo che un buon funerale. E’ alto 193, pesa 90 chili. Avrebbe dovuto ammazzarli tutti a mani nude senza nemmeno rompersi l braccio.

    1. Pensa te che fortuna si ritrova costui.
      Sempre meglio di essere 1,70 e pesare 50kg.
      Conta molto il trucco e parrucco,le doti fattoriale ci vogliono per far credere al capetto della gang che hai intenzione di far colazione con le sue viscere.

I commenti sono chiusi.