Circondato e massacrato da branco immigrati perché italiano: 46 punti di sutura

Vox
Condividi!

Doveva essere un tranquillo tragitto a piedi verso l’abitazione di un parente e invece si è trasformato in un incubo per un 38enne che è stato vittima di un’aggressione brutale da parte di tre individui, stranieri.

Martedì sera l’uomo, si stava recando a piedi nel quartiere di San Valentino, per raggiungere la casa di una cugina per la cena e si è trovato – a suo malgrado – coinvolto in un alterco che ha portato ad un attacco fisico violento.

Secondo infatti le pochissime informazioni emerse in queste ore sembrerebbe (il condizionale in questi casi è d’obbligo) che uno dei tre giovani passando, abbia urtato contro la spalla del 38enne. Quando quest’ultimo ha fatto notare la cosa al giovane è scattata la reazione da branco dei tre. La vittima è stata immediatamente circondata e picchiata selvaggiamente, subendo diverse ferite, in particolare al volto.

Il tutto è durato pochi istanti con i tre che sono poi fuggiti a piedi. Nonostante fosse ferito e con diversi tagli il 38enne è riuscito a raggiungere il quartiere e chiedere aiuto, facendosi poi trasportare presso il pronto soccorso del territorio.

Vox

Qui dopo essere stato necessario è stato necessario applicare ben 46 punti per saturare le ferite.

La notizia della vile aggressione è iniziata a circolare già nella tarda serata, quando la stessa vittima dopo essere uscita dal nosocomio si è sfogata sui social, pubblicando sull’account di Facebook anche una foto con il volto tumefatto. Tanti amici e conoscenti che hanno commentato la cosa mostrando vicinanza al 38enne.

Italiano circondato e massacrato da branco immigrati