Le ultime parole di Berlusconi su guerra Ucraina: “Politici italiani inadeguati a fermarla”

Vox
Condividi!

Silvio Berlusconi “mi ha chiamato prima dell’ultimo ricovero, che è stato fatale”. Lo rivela Michele Santoro, ospite di Otto e mezzo su La7, nel giorno della morte del Cavaliere. “Ha cominciato a parlare al telefono, ho tenuto questa chiamata di 40 minuti per me – ha affermato – Ha parlato prevalentemente della guerra, dell’orrore della guerra e dei danni che la guerra stava facendo all’Europa. Ha parlato dell’inadeguatezza complessiva dei politici italiani, di destra e di sinistra, a fronteggiare questa situazione con assoluta lucidità”.

VERIFICA LA NOTIZIA

“La tristezza non è solo del popolo berlusconiani, la sento anche io, che pure l’ho sempre contrastato”, ha detto ancora Santoro.

Vox

Siamo certi condividesse il nostro pensiero sulla politica estera di Meloni.




4 pensieri su “Le ultime parole di Berlusconi su guerra Ucraina: “Politici italiani inadeguati a fermarla””

  1. La lega da Draghi in poi ha sbagliato tutto. dai GP, GP rafforzato e menate varie (#NONSCHERZIAMO)
    ad invio armi (#NONINMIONOME)
    Io non ho mai amato il Berlusconi, ma una voce flebile su *elensky guerra e Donbass è stata sentita. Da Salvini una beata cippa.

I commenti sono chiusi.