SBARCANO 1.000 CLANDESTINI IN 24 ORE: SARANNO DISTRIBUITI IN TUTTA ITALIA

Vox
Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Nonostante il disastro in Emilia Romagna, i galoppini della Meloni sono a raccattare clandestini nel Mediterraneo invece di andare a spalare il fango.

Giornata di pesca per la Meloni. Non solo i 732 maschi islamici prelevati non appena da acque greche sono passati in acque internazionali:

Diciotti scarica 732 maschi islamici: verrano distribuiti in tutta Italia

Anche due navi ong con un centinaio di clandestini:

E non basta. Sono sbarcati stamattina nel porto di Crotone 87 clandestini che erano stati prelevati nella notte dalle unità della cosiddetta Guardia costiera.

I clandestini si trovavano a bordo di un veliero che è stato intercettato da una motovedetta e condotto in porto.

Sono tutti provenienti da Paesi musulmani.

Il viaggio era iniziato cinque giorni fa da un porto della Turchia. Sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto, quello noto per essere stato gestito dalla ‘ndrangheta e da un prete amico di Bergoglio.

Si tratta del secondo sbarco di clandestini nel porto di Crotone in meno di 24 ore. Giovedì mattina, infatti, erano arrivati a bordo di un pattugliatore Frontex della Guardia nazionale portoghese 138 clandestini.




Un pensiero su “SBARCANO 1.000 CLANDESTINI IN 24 ORE: SARANNO DISTRIBUITI IN TUTTA ITALIA”

  1. 😡😡😡😡😡😡😡😡😡😡

    Il blocco navale? Farlo si potrebbe

    Caro Giordano, sono convinto che tecnicamente il blocco navale anti immigrati si possa fare, anche abbastanza facilmente, per esempio al limite delle acque territoriali tunisine e/o libiche. […] Se mai, il blocco navale sarebbe politicamente molto difficile da realizzare, al limite anche da parte solo dell’Italia, vista l’opposizione che ci troviamo in casa. Ma questo è un altro discorso! Lei che ne pensa?
    Alberto Flisi, Merano

    Penso, come dice lei, che il blocco navale non sia un problema tecnico ma politico. Ma non è «altro discorso»: è «il discorso». È chiaro infatti che il governo di centrodestra è stato subito messo in mora: gli hanno addebitato il naufragio di Cutro, causato dalla follia degli scafisti mentre i nostri militari andavano in soccorso, si figuri che succederebbe in caso di blocco navale. Ogni morto annegato nell’orbo terracqueo verrebbe imputato a Giorgia Meloni, le piazze si riempirebbero di mobilitazioni contro il razzi-fascismo imperante, etc etc. Eppure, caro Alberto, questa secondo me non è una scusante. Anzi. La forza che Giorgia Meloni ha avuto dal risultato elettorale infatti dovrebbe essere sufficiente per superare tutti gli ostacoli politici. Se il problema fosse tecnico, capirei l’impasse. Ma così…”
    La Verità, Lunedì 15 Maggio 2023, pagina 21.

    Bravo patriota Mario Giordano!

    Giorgia Meloni NON ha scusanti!
    La forza che Giorgia Meloni ha avuto dal risultato ELETTORALE dovrebbe essere sufficiente per superare tutti gli ostacoli politici!

    Chi dice che Meloni non può fare perché sotto ricatto, sbaglia. Quel partito ha partorito dal tempo di Fini solo scarti politici. Dei quali Meloni è l’espressione più alta. Non sono sotto ricatto, sono semplicemente incapaci di intendere e di volere.
    Sono stati miracolati dal voto perché unico partito all’opposizione. Questi si venderebbero le madri per una poltrona, esattamente come i grillini.

    Il governo dovrebbe fare quello che propone Vox:

    Abbiamo il coltello dalla parte del manico, perché è il dittatore tunisino ad avere bisogno dei nostri soldi, non il contrario. Altro che ‘chiedere’, l’Italia deve imporre un blocco navale: altrimenti via tutte le imprese e gli investimenti. E blocco delle importazioni. Invece, questi vanno col piattino.”
    ://voxnews.info/2023/01/18/piantedosi-e-tajani-in-gita-a-tunisi-per-fermare-gli-sbarchi/

    Vuoi risolvere il problema? Intanto affondi le navi delle ong una volta per tutte. E poi si discute.
    Poi metti navi militari ai limiti delle acque territoriali tunisine e riporti indietro i clandestini. La Tunisia rifiuta? Allora via il permesso di soggiorno a tutti i tunisini presenti regolarmente in Italia, stop all’import
    [blocco dell’importazione] di prodotti tunisini e al turismo italiano in Tunisia. Accetterebbero subito.
    Ma per fare questo ci vuole un leader
    [un capo, un condottiero, un comandante, una guida]. Uno che ringhia. Non una donnicciola che piagnucola a Cutro. E’ proprio questa l’origine del problema, il peccato originale: Meloni è debole. Sia de facto che visivamente. Traspira debolezza da ogni poro.
    Non c’entrano immaginifici ricatti esteri, è semplicemente incapace di agire in modo adeguato.
    E sta dilapidando l’occasione storica che gli elettori le hanno dato. I cittadini hanno votato un governo anti-immigrazione tout-court
    [convintamente, completamente, totalmente]: perdere questa occasione significherebbe dire addio all’Italia italiana. E’ l’ultima occasione. Non ce ne sarà un’altra.
    E non servirebbero neanche grandi cose per garantirci un futuro: abrogazione
    [degl’italicidi] ricongiungimenti familiari, blocco navale e zero immigrazione regolare [invasione italicida cosiddetta regolare].”
    ://voxnews.info/2023/03/26/sbarcati-oltre-3mila-in-24-ore-meloni-si-e-venduta-il-futuro-dellitalia/

    È evidente che l’unica soluzione è un blocco navale imposto a Tunisia e Libia ‘ricattando’, soprattutto la prima, sul piano economico. Il problema è che abbiamo un governo di imbelli guidati da una femminuccia senza palle non in grado di agire senza il permesso della Ue.”
    ://voxnews.info/2023/03/10/sbarcano-2-000-invasori-in-24-ore-e-il-blocco-anale-di-meloni-562-nella-notte-in-arrivo-altro-barcone-con-500/

    Patrioti!
    Uccidiamo Balrog!
    Uccidiamo la ciclopica bestia meticcionista!
    Uccidiamo la gigantesca bestia ausvizzatrice!

I commenti sono chiusi.