Bombardieri strategici russi in volo sull’Ucraina

Vox
Condividi!




9 pensieri su “Bombardieri strategici russi in volo sull’Ucraina”

  1. L’urgentissima costruzione dei rifugi antiatomici, sia privati sia pubblici, capillarmente diffusi su tutto il territorio nazionale, a nessun parlamentare è mai passata neanche per l’anticamera del cervello!
    Che mostruosa infantilità!
    Perfino oggi, sull’orlo dell’olocausto nucleare, nessun ministro si sta solertemente adoperando per progettarli ed edificarli!
    Che fanciullesca irresponsabilità!
    Se scoppiasse la terza guerra mondiale, in cui verrebbero scaraventate migliaia di bombe atomiche, noi Italiani rischieremmo di essere inceneriti, totalmente annientati, completamente sterminati.
    Quale orrenda pazzia preclude di provvedere?!
    Ci serve una presa di consapevolezza nazionale e un articolo costituzionale che ne imponga la scrupolosa costruzione e la costante manutenzione.
    Noi Italiani dobbiamo abituarci a fare, obbligatoriamente, scorte di cibo e di medicine.
    Scorte d’emergenza, saggia previdenza!
    Dobbiamo imitare gli Svizzeri!
    Inoltre, il governo deve ricostituire la Guardia nazionale, sciolta nel 1876, affinché milizie popolari patriottiche difendano l’Italia durante un’invasione straniera.
    È devastante putrefarsi nella micidiale bambagia!
    È italicida la puerile deresponsabilizzazione di massa!

    1. Caro quinto,questi bastardoni hanno già previsto tutto.I rifugi antiatomici se li sono già fatti costruire per conservarsi le loro chiappe d’oro al sicuro,ma non le nostre.Quelle di proprietà nostra possono bruciare o con il fuoco o meglio ancora con le radiazioni delle bombe.
      Saluti.

      1. Concordo con te. Anzi quelli di proprietà se mai fossero per tutti, grazie a Mario Monti ed UE pagheremmo chissà cosa di tari-tarsu-imu e balzelli vari

  2. L’urgentissima costruzione dei rifugi antiatomici, sia privati sia pubblici, capillarmente diffusi su tutto il territorio nazionale, a nessun parlamentare è mai passata neanche per l’anticamera del cervello!
    Che mostruosa infantilità!
    Perfino oggi, sull’orlo dell’olocausto nucleare, nessun ministro si sta solertemente adoperando per progettarli ed edificarli!
    Che fanciullesca irresponsabilità!
    Se scoppiasse la terza guerra mondiale, in cui verrebbero scaraventate migliaia di bombe atomiche, noi Italiani rischieremmo di essere inceneriti, totalmente annientati, completamente sterminati.
    Quale orrenda pazzia preclude di provvedere?!
    Ci serve una presa di consapevolezza nazionale e un articolo costituzionale che ne imponga la scrupolosa costruzione e la costante manutenzione.
    Noi Italiani dobbiamo abituarci a fare, obbligatoriamente, scorte di cibo e di medicine.
    Scorte d’emergenza, saggia previdenza!
    Dobbiamo imitare gli Svizzeri!
    Inoltre, il governo deve ricostituire la Guardia nazionale, sciolta nel 1876, affinché milizie popolari patriottiche difendano l’Italia dall’invasione, ossia nella guerra interrazziale.
    È devastante putrefarsi nella micidiale bambagia!
    È italicida la puerile deresponsabilizzazione di massa!

    1. Quintus, le merde hanno i rifugi pronti x loro e servi al seguito…siamo noi che dovremmo scavare e fare delle gettate di cemento x costruirceli sempre che non si prediliga l’opzione “fungo o no arrivo e ti prendo e poi i russi ti raccolgono con la paletta”.

I commenti sono chiusi.